BevandeVini & Spumanti

Vino biologico: la Francia diventerà la prima consumatrice al mondo

Nel 2021 il vino biologico avrà conquistato la Francia, al punto da incoronare lo stato come primo consumatore al mondo della bevanda.

Vino biologico e Francia vanno molto d’accordo: nei prossimi due anni i nostri cugini di oltralpe supereranno i tedeschi, attualmente i più grandi consumatori di questa bevanda. Noi italiani siamo solamente quarti invece, nonostante anche nel nostro paese il tema del biologico sia molto sentito. Ma questa notizia legata ai francesi dice molto su come sta cambiando il mondo del vino nel mondo.

vino biologico francia

Il successo del vino biologico in Francia

Il legame tra vino biologico e Francia restituisce abbastanza bene un’immagine di quello che sta succedendo nel resto del mondo: il settore del bio sta pian piano conquistando l’intero mercato agroalimentare e in particolare quello del vino. La situazione attuale vede la Germania come prima consumatrice globale di vino biologico, seguita da Francia, Regno Unito, Italia e USA.

Per il 2021, però, ci si aspetta che il vino biologico in Francia riesca a ritagliarsi uno spazio ancora più ampio arrivando addirittura nel 2023 ad assorbire il 20% della produzione globale di questa bevanda bio. Questo dato è ancora stupefacente se si pensa che in generale il consumo di vino nel mondo è in leggera flessione, un trend che probabilmente ha a che fare con la nuova passione dei consumatori per le bevande analcoliche.

Al trend del vino biologico in Francia si aggiunge anche quello del vino naturale, un altro tipo di produzione che è ancora più rigida rispetto al bio, evitando in toto l’utilizzo di qualsiasi tipo di sostanza, sia chimica che naturale, per proteggere l’uva. Questo settore, che oggi rappresenta solamente l’1% del vino consumato, potrebbe crescere molto nel prossimo futuro, soprattutto tra chi già oggi è appassionato di bio.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.