SaluteSicurezza alimentare

Come sterilizzare i barattoli in casa

Sterilizzare i barattoli in casa è un importante procedimento da imparare per rendere sicuri alimenti in essi conservati come: marmellate, conserve, sottoli e salamoie.

Imparare come sterilizzare i barattoli in casa è una procedura necessaria per assicurarsi che gli alimenti da voi preparati e conservati in essi non vengano intaccati da batteri, muffe e funghi. Siano essi marmellate o conserve, sottoli o salamoie questo passaggio è determinante per la sicurezza di chi andrà a consumare i prodotti. Esistono diversi modi per sterilizzare i barattoli, ma la logica sottostante è sempre la stessa: eliminare spore e batteri prima che proliferino nei preparati, rovinandoli irrimediabilmente.

4 modi per sterilizzare

Il primo passo riguarda sempre un accurato lavaggio con acqua e sapone dei vasetti, per eliminare fin dal principio il rischio di cattivi odori, e la scelta e il controllo della qualità dei tappi per una corretta chiusura ermetica. Ma per la sterilizzazione vera e propria serve il calore e questo si può ottenere in diversi modi:

1.Sterilizzare in pentola

Questa modalità prevede che i barattoli vengano immersi in acqua portata a bollore. Consigliabile è utilizzare degli strofinacci in cotone puliti coi quali separare i barattoli per evitare eventuali danneggiamenti in fase di bollitura. I barattoli, una volta posizionati in pentola con l’apertura verso l’alto, andranno sommersi con acqua fredda. Il tutto andrà poi portato a ebollizione e lasciato bollire per circa 30 minuti. I tappi invece andranno aggiunti in pentola solo a 10 minuti dalla fine del processo. I barattoli andranno poi lasciati asciugare con l’apertura verso il basso eliminando ogni residuo di umidità e vapore.

2. Sterilizzare in lavastoviglie

Forse il metodo più immediato. Si dispongono barattoli in lavastoviglie con l’apertura verso il basso, senza dimenticare i tappi. Si sceglie poi un lavaggio ad alta temperatura che andrà avviato senza l’aggiunta del detersivo. Si lascerà poi asciugare bene il tutto direttamente in lavastoviglie.

3.Sterilizzare in forno

Il primo passo è far scaldare il forno fino a 150 ˚C. SI posizionano poi i barattoli con l’apertura verso l’alto, lasciandoli all’interno per 15 minuti. Si aggiungono poi i tappi e si lascia raffreddare a forno chiuso.

4.Sterilizzare in microonde

Si riempiono i barattoli di acqua e li si posiziona nel microonde. Si fa scaldare l’acqua fino a ebollizione. Si svuotano poi i barattoli e si lasciano asciugare con l’apertura verso il basso. I tappi non possono però essere sterilizzati con questa modalità.

Anche i barattoli già pieni possono essere sterilizzati. Il metodo da utilizzare è lo stesso della sterilizzazione in pentola. A seconda della dimensione si inseriranno i barattoli chiusi nell’acqua e si lasceranno bollire per un tempo che va da 1 ora a 2 ore.

Seguendo queste semplici metodologie sarà possibile conservare le proprie preparazioni preferite in sicurezza evitando contaminazioni di funghi, muffe o batteri. Così l’unico pensiero rimarrà quello di gustarsi in totale serenità i propri alimenti in barattolo.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

TOPIC cucina
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.