FoodGastronomia

Ricetta per la pokebowl con superfood vegan

pokebowl superfood vegan

Nella ricetta della pokebowl che segue ho voluto valorizzare quelli che oggi vengono «superfood» in chiave vegan, ovvero quei prodotti considerati ricchi di nutrienti e benefici per l’organismo. Alla base del piatto troviamo la quinoa ricca di magnesio e fonte di proteine vegetali, fosforo e ferro, in questo caso colorata ed aromatizzata alla curcuma, altra spezia conosciuta dai salutisti. Come protagonista nel ruolo della parte proteica troviamo il jackfruit, un frutto tropicale annoverato tra i superalimenti per le sue proprietà antiossidanti, i pochi grassi e la ricchezza di vitamine e fibre. La particolarità di questo frutto è che da crudo risulta molto dolce, un mix tra un ananas e un mango, mentre in cottura assume un sapore simile alla carne di maiale. Dona un immediato senso di sazietà e si pensa che possa essere un cibo del futuro per la sua facilità e resa di coltivazione.

Preparazione:
30 minuti
Difficoltà:
bassa
cottura:
15 minuti
Costo:
medio
Preparazione: 30 minuti
Difficoltà: bassa
Cottura: 15 minuti
Costo: medio

Ingredienti

  • 80 g di quinoa bianca bio
  • 200 g di acqua
  • ½ cucchiaino di curcuma in polvere bio
  • 200 g di jackfruit verde (acquistabile anche in scatola, lo si trova nei negozi etnici)
  • 2 cucchiai di salsa teriyaki
  • 1 cucchiaino di olio e.v.o.
  • ½ avocado bio
  • 1 cucchiaino di aceto di mele bio
  • Sesamo nero q.b.
  • Pangrattato integrale q.b.
ingredienti pokebowl

Procedimento

Sciacquare abbondantemente il jackfruit sotto il getto di acqua fredda. Poi tamponarlo con carta da cucina. Adagiarlo in un unico strato in contenitore e coprirlo con la salsa teriyaki. Lasciar marinare per almeno 30 minuti girandolo ogni tanto.

marinatura jackfruit

Nel frattempo far bollire l’acqua con la curcuma. Versare la quinoa e cuocere per 5 minuti. Poi mettere il coperchio e abbassare al minimo la fiamma. Proseguire la cottura per altri 5 minuti. Spegnere il fuoco e far riposare per 5 minuti. Versare sul fondo della ciotola di portata.

preparare quinoa

Pulire l’avocado e tagliare in sezioni sottili, poi irrorare con l’aceto di mele.

preparare avocado pokebowl

Arrotolare su se stesso formando una rosa. Adagiare sulla quinoa. Pelare e spuntare le carote. Ridurle a listarelle sottili e regolari.

pelare e tagliare carote

Adagiare anch’esse sulla quinoa. Scolare il jackfruit dalla marinatura e panarlo con un mix di pangrattato e semi di sesamo nero.

panare jackfruit

Per la cottura si può optare per la classica frittura oppure passandolo in forno ventilato per circa 15 minuti. Un’alternativa valida e salutare è la cottura nella friggitrice ad aria calda. In questo modo si otterrà un prodotto leggero e croccante con il dispendio di solo 1 cucchiaino di olio.

friggere jackfruit

Completare la pokebowl con il jackfruit cotto. Servire a piacere decorando con altri semi di sesamo nero.

Marinatura jackfruit

Consiglio di non buttare la marinatura ma di servirla a parte e intingerci il jackfruit. Oppure irrorarlo su tutti gli ingredienti prima di servire.

piatto ideale take away

Un piatto ideale come take away anche per chi è a dieta, intollerante al glutine e al lattosio.

TOPIC ricetta
blank

Autrice del blog di cucina “I biscotti della zia”. Assaggiatrice del mondo, curiosa e vorace di sapore nuovi. La cucina è stata la mia salvezza ed oggi è diventata la mia vera passione.