BevandeTè & Caffè

Più «latte» per tutti: guida alle tante varietà

Il «latte» all’estero è rientrato di diritto tra le bevande più apprezzate e instagrammate, grazie a un’ampia e creativa varietà. Tra diversi gusti, colori e caratteristiche c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Il «latte» all’estero, complice la moda del food porn su Instagram, è rientrato di fatto tra i trend alimentari di questi ultimi anni, con un assortimento sempre più ampio e ricercato. Per noi italiani, abituati a bere il caffè e le bevande a base di caffè a colazione o come breve pausa energetica tra un’attività e un’altra, è a volte difficile comprendere che per gli stranieri questo rituale è pressoché sconosciuto e che si preferisce sorseggiarle in un lungo arco di tempo. Inoltre, mentre in Italia si resta piuttosto fedeli alla ricetta tradizionale, in altri paesi si fa quasi a gara a chi introduce la novità più originale, gustosa o salutare. Per gli amanti del caffellatte è quindi consigliato un viaggio all’estero alla scoperta delle tantissime proposte, in grado di accontentare ogni desiderio, preferenza e dieta alimentare.

latte guida varietà

Qual è la differenza tra «latte» e «milk» in inglese

«Latte», parola usata all’estero e in particolare nei paesi di lingua inglese, può essere facilmente confusa con il medesimo termine italiano. In realtà altro non è che l’abbreviazione di «caffellatte», ovvero la bevanda inventata in Italia a base di latte caldo non montato aggiunto a un bicchierino di caffè espresso e ricoperto da una piccola quantità di schiuma. Il caffellatte, in Italia come in altri paesi, può essere servito in un bicchiere di vetro o in una tazza, generalmente di ceramica. In molti bar e locali è inoltre disponibile anche una variante vegana, preparata con lo stesso procedimento ma utilizzando un drink vegetale, quale latte di soia, di riso o di mandorla, al posto del latte animale.

Latte Beetroot

Tutte le varietà del «latte», tra colori, spezie e superfood

Oltre ai più noti Matcha Latte, Golden Latte e il Rainbow Latte (o Blue Algae, a base di alga spirulina), che hanno trionfato tra le bevande salutari e stravaganti più in voga del 2017, meritano di essere menzionate anche altre coloratissime e gustose ricette di caffellatte meno conosciute. Spesso realizzate con superalimenti o additivi, queste bevande non sono solo un piacere per gli occhi, seguendo il trend dei cibi colorati, ma promettono anche effetti benefici e un’ampia varietà di sapori.

Red Velvet Latte

Latte Red Velvet

Nato a Sydney nel 2016, questo tipo di latte rosso intenso si è rapidamente diffuso anche in altre città e paesi. Ispirata alla Red Velvet Cake questa bevanda contiene un goccio di colorante alimentare, vaniglia e polvere di cacao. A detta dei consumatori il sapore sembra ricordare un «caldo cupcake al sapore di marshmallow in forma liquida».

Beetroot Latte

latte varietà

Dal colore simile ma dalle più interessanti proprietà nutritive, questa bevanda è generalmente 100% vegetale. La ricetta prevede latte di mandorla, barbabietole rosse (antiossidanti e anti infiammatorie), e un pizzico di zenzero.

Lavanda Latte e Rose Latte

Latte Lavanda o rose

Questi due caffellatte, oltre alle piacevoli e delicate colorazioni pastello, sono contraddistinti dal sapore floreale, uno dei food trend del 2018. Hanno inoltre effetti benefici sull’organismo poiché l’acqua di rosa, molto utilizzata nella medicina naturale, idrata, rilassa e cura gonfiore, mal di gola e indigestione, mentre la lavanda ha proprietà infiammatorie ed è utile in caso di ansia, insonnia e depressione.

Goth Latte o Matte Black latte / Charcoal latte (carbone)

Latte Goth

In opposizione alle caramellose tinte pastello, non poteva mancare anche una proposta di latte per gli amanti del «dark». Si tratta di un caffellatte nero, la cui versione australiana originale prevedeva latte di soia, pasta di semi di sesamo, noccioline e mandorle. La ricetta ha poi subito diverse variazioni, alcune contenenti il cacao extra-dark, fino all’amatissima ricetta a base di carbone attivo. Questo ingrediente, infatti, se consumato nella giusta quantità, ha proprietà detossificanti e purificanti e già nei tempi antichi veniva utilizzato come rimedio naturale per assorbire le tossine e favorire l’apparato digerente. All’estero il Charcoal latte viene infatti erroneamente bevuto come «rimedio anti sbronza».

Sweet potato latte

Latte Sweet Potato

Nato in Corea, dove viene chiamato «Goguma latte», questo drink è altamente proteico ed è ricco di antiossidanti e di vitamine A e C. Dal gusto dolce e delicato, questo latte è facilissimo da preparare. Gli ingredienti da utilizzare sono patate dolci cotte al forno, latte di mucca o di cocco, sciroppo d’acero e volendo un pizzico di cannella.

Taro Latte

Dal sapore molto simile questa bevanda color violetto a base di taro, tubero viola di origine asiatica, ricco di fibre e di vitamina B. In genere il taro latte viene preparato con latte caldo, taro e un cucchiaio di miele.

Peanut butter latte

Latte Peanut Butter

Questo latte, tra i più dolci e i più apprezzati in America, altro non è che un mix di burro di arachidi e latte caldo, animale o vegetale, con l’aggiunta di una tazzina di caffè espresso. Per renderlo ancora più ricco è possibile aggiungere altri ingredienti, quali frutta, cacao e miele.

Mermaid latte

Latte Mermaid

Il cosiddetto «latte sirena», dal colore celeste intenso, è un vero e proprio toccasana per la salute. Molti lo descrivono simile al chai latte ma un po’ più speziato. A renderlo speciale però è soprattutto la selezione di ingredienti pregiati. Contiene infatti l’alga spirulina blu, il «butterfly pea flower tea» ovvero un decotto di erbe di origine thailandese, il «manuka honey», miele dai prodigiosi effetti benefici e anti batterici, e infine un mix di minerali prevalentemente marini che gli conferiscono il soprannome di «superfood dell’oceano». Può essere servito anche con altre spezie molto utilizzate nei rimedi ayurvedici, tra cui anice stellato, zenzero, cardamomo, chiodo di garofano, polvere di cayenna e pepe nero.

Mushroom latte

Latte Mushroom

Gli esperti hanno dichiarato che il 2018 potrebbe essere l’anno dei funghi, non stupisce quindi che dopo il caffè ai funghi iniziasse a diffondersi anche il «Mushroom latte», molto apprezzato soprattutto in Inghilterra. Viene generalmente realizzato mescolando funghi chaga (o polvere di funghi) con latte di mandorle o anacardi, zucchero di cocco grezzo e maca in polvere (pianta erbacea di origine sudamericane). Questo latte ha proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti.

Insomma, non resta che provarli tutti e magari stimolare la fantasia cimentandosi in nuove ricette. Basta un po’ di latte, una tazzina di caffè e un arcobaleno di spezie, fiori, frutta, verdura e molto altro ancora!

NOTA DI INTEGRAZIONE: article bottom
blank
Nomade digitale, docente di social media marketing e scrittrice, appassionata di viaggi, arte, tecnologia e alimentazione vegetariana e vegana. In cucina ama prendere spunto dalle sue passioni, aggiungendo ingredienti naturali e un pizzico di creatività.