Dal mareFood

Merluzzo d’Alaska, il pesce sostenibile amato dagli chef

Il Merluzzo d'Alaska è un pesce sostenibile sempre più amato dagli chef, e a breve potrebbe cominciare ad apparire sulle nostre tavole.

Si chiama Merluzzo d’Alaska ed è un pesce sostenibile che si sta facendo largo nelle cucine degli chef. Secondo molti esperti e anche cuochi stellati rinomati, presto potremmo vedere questa prelibatezza anche a casa nostra, considerando la sempre più impellente necessità di puntare su sostenibilità e rispetto per l’ambiente a tavola. E le politiche di pesca di questo animale potrebbero renderlo un ottimo candidato.

Merluzzo d'Alaska, il pesce sostenibile amato dagli chef
Foto da Instagram / fishing_prey

Perché il Merluzzo d’Alaska è sostenibile

Prima di entrare nel merito del Merluzzo d’Alaska è bene spiegare il motivo per cui anche il pesce è una risorsa alimentare che, attualmente, è in pericolo: il problema riguarda, come anche per altre fonti di cibo, la sostenibilità e l’eccessivo sfruttamento di risorse non rinnovabili. Quello che accade nella pesca, in particolare, è prelevare una quantità di pesce tale che da un anno all’altro la popolazione non ha modo di rimpolpare i propri numeri. Il risultato, sul medio e lungo periodo, è che la popolazione di quella determinata specie di pesce scompare.

Cosa rende allora il Merluzzo d’Alaska un pesce sostenibile? Secondo Joe Bundrant, tra i pescatori più prolifici, sono due i fattori da considerare: il primo è che ancora in pochi conoscono e consumano questo animale, motivo per cui la specie è numerosa e abbondante, perfettamente in grado di sostenere un ritmo di pesca maggiore. Il secondo è che la pesca del Merluzzo d’Alaska è regolamentata molto rigidamente, impedendo ai pescatori di andare oltre una precisa quantità di pescato, tutelando di fatto i numeri della popolazione.

Non riamane altro quindi che far scoprire questo pesce sostenibile al grande pubblico, e qui entrano in gioco i grandi chef, che stanno cominciando ad inserire il Merluzzo d’Alaska nei loro piatti. Chef Rupert Blease, cuoco stellato di base a San Francisco, ha creato una particolare vellutata di zucca al cui interno si nascondono alcuni bocconi del pesce, un’abbinata che sta piacendo molto ai critici oltreoceano e che potrebbe presto arrivare anche in altre cucine stellate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.