NutrizioneSalute

Gli abbinamenti che moltiplicano i benefici dei cibi

Esistono alcuni abbinamenti tra ingredienti che moltiplicano i benefici dei cibi. Dallo zucchero accoppiato alla fibra, passando ferro e vitamina C, ecco a cosa stare attenti.

Ci sono alcuni ingredienti che danno vita ad abbinamenti perfetti per moltiplicare i benefici dei cibi. Si tratta spesso di alimenti comuni, che però danno il meglio di sé quando vengono accoppiati con i giusti elementi. La nutrizionista Chiara Manzi, nel suo libro Cucina Evolution, descrive 9 coppie di ingredienti da provare.

abbinamenti moltiplicano i benefici dei cibi

1. Ceci e succo di limone

Le Vitamine B contenute nei legumi sono utili al nostro organismo per trasformare il cibo in energia, ma hanno lo svantaggio di essere idrosolubili: nelle fasi di ammollo queste vitamine possono disperdersi nell’acqua. Esiste però uno studio che ha dimostrato come aggiungere del limone assieme ai ceci, nella fase di ammollo, aumenta la presenza di Vitamina B all’interno dei legumi. L’importante è ricordarsi di non cuocere direttamente i legumi nell’acqua in cui sono rimasti per ore, per la possibile presenza di fitati, sostanze che possono rendere più difficile l’assorbimento dei sali minerali come ferro e zinco.

ceci e limone

2. Zucca gialla e curcuma

La zucca è un alimento ricco di carotenoidi, nutrienti utili per la salute degli occhi e della pelle. Il problema è che in acqua bollente questi elementi si disperdono velocemente, impoverendo l’ortaggio. Uno studio del 2008 però avrebbe dimostrato che il beta-carotene viene assimilato meglio dal nostro organismo se la zucca viene cotta con un po’ di curcuma. Lo stesso vale anche per altri ortaggi ricchi di carotenoidi, come le carote.

zucca gialla e curcuma

3. Carotenoidi e grassi

Abbiamo appena finito di parlare dei carotenoidi, ma c’è ancora una loro proprietà da considerare: sono liposolubili, motivo per cui il nostro intestino riesce ad assimilarli meglio se c’è presenza di grassi. Non rinunciate quindi ad un filo di olio per condire le vostre verdure, soprattutto se di colore rosso/giallo o arancione.

carotenoidi e grassi

4. Zucchero e fibra

Quando si parla di zucchero è facile immaginarlo come il nemico numero uno della dieta, ma esistono alcuni modi per renderlo più innocuo. Una delle scelte più semplici ed efficaci da fare è abbinarlo alla fibra: questa ne rallenta l’assorbimento e aiuta lo zucchero a farci sentire sazi per un periodo di tempo più lungo. Così le calorie dei nostri piatti diminuiscono e non si ha la sensazione di voler mangiare immediatamente dopo aver finito un pasto. Un esempio è sicuramente il tiramisù healthy, con poche calorie, a cui può essere aggiunta dell’inulina.

zucchero e fibra

5. Vitamina C e Vitamina E

Pensate all’insalata: condirla con una semplice citronette potrebbe essere il modo migliore per combinare due potenti antiossidanti, la Vitamina C e la Vitamina E. La combinazione tra le due è particolarmente letale per i radicali liberi presenti nel nostro organismo. La Vit E, particolarmente presente nell’olio di oliva ma anche nella frutta secca oleosa, dopo aver attaccato un radicale libero diventa inattiva. La Vit C però ha la proprietà di riattivare la Vit E, rendendola nuovamente efficace.

vitamina C e vitamina E

6. Curcuma e pepe nero

Abbiamo già parlato di questo abbinamento quando abbiamo raccontato della carbonara, sottolineando quanto la combinazione tra curcuma e pepe nero fosse benefica. La curcumina infatti ha ottime proprietà, inibisce la formazione di cellule grasse e potrebbe aiutare addirittura a curare la depressione. Abbinandola con la piperina contenuta nel pepe si fa in modo che venga assorbita molto più facilmente dall’intestino, che altrimenti non riesce a trattenerla in maniera efficace.

curcuma e pepe nero

7. Ferro e Vitamina C

L’accostamento tra limone e carne è davvero molto utile. La carenza di ferro, ricorrente più spesso in persone che rinunciano alla carne, visto che il ferro vegetale è meno disponibile di quello animale. In ogni caso però si è scoperto che abbinare fonti di ferro a Vitamina C ne aiuta l’assorbimento, motivo per cui è consigliato abbinare gli agrumi a alimenti ricchi del sale minerale.

ferro vitamina C

8. Succo ACE e noci

Il succo ACE è una bevanda ricca di Vitamine A, C e E, solitamente preparata con arancia, carote e limoni con un’aggiunta esterna di vitamina E. Sostituendo però al limone l’avocado se ne può preparare una versione casalinga ottima. Il problema è che le Vitamine A e C richiedono del grasso per essere assimilate, la buona notizia è che basta una noce per averne la quantità giusta.

succo ace noci

9. Tè verde e limone

I flavonoidi, presenti in molti frutti, sono sostanze ottime per proteggere il nostro organismo grazie alla loro attività antiossidante e antinfiammatoria. Ne sono ricche le arance per esempio, ma anche tè verde ne contiene moltissimi. Qualche tazza al giorno di questa bevanda possono fare la differenza sulla nostra salute, non bisogna però aggiungere del latte, meglio un agrume, come il limone, che aumenterà la concentrazione di flavonoidi.

te verde limone
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.