FoodFrutta & Verdura

Cinquanta sfumature di zucca: proprietà e varietà

Guida alla scoperta della zucca, tra proprietà benefiche, usi e specie diverse. Perché non sono tutte uguali e, soprattutto, non si butta via niente.

Siamo ad ottobre, mese autunnale per eccellenza. Le tavole si riempiono di cremosi risotti, deliziosi tortelli e soffici torte il cui denominatore comune è sempre lei: la zucca. I più la usano per il suo sapore dolce e la sua consistenza che ben si presta a certe lavorazioni, non pensando a quale miniera d’oro sia per la propria salute. Conosciamola insieme.

Zucche per tutti i gusti

Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, si diffuse in Europa intorno al 1500 grazie ai coloni spagnoli; in seguito venne da noi coltivata principalmente nel Settentrione dove, ancora oggi, è maggiormente consumata e inclusa in numerosissime ricette. Vi abbiamo raccontato la sua storia in un altro articolo, oggi invece ci dedicheremo ad altro, come le diverse sfumature del suo sapore, a seconda della tipologia di zucca: castagna, nocciola, carota sono solo alcuni dei sentori che possiamo riconoscervi.

Ce n’è per tutti i gusti

Di zucche ce ne sono a decine, tutte dalle forme e dai colori diversi e ognuna adatta ad un consumo differente; quello che non cambia però sono le proprietà nutrizionali e i benefici che apporta all’organismo. Dunque tranquilli, consumate pure la zucca che preferite, magari una delle varietà qui sotto.

  • Zucca americana: originaria del Messico, viene coltivata nella bassa reggiana e mantovana, dove si diffuse nel secondo dopoguerra. Forse la conoscete come tonda padana.
  • Zucca Atlantic Giant: è la zucca da record, con un peso che può raggiungere addirittura i 500 kg.
  • Zucca Berrettina Piacentina: è una varietà selezionata in Italia, diffusa in provincia di Piacenza e Modena, caratterizzata da una polpa dolce e soda, ha una lunga conservazione invernale.
  • Zucca Black Futsu: come ricorda il nome è una varietà giapponese, con buccia dura e verrucosa di un colore che va dal verde scuro al rosa antico quando è matura. Il sapore ricorda la nocciola.
  • Zucca Butternut rugosa: da noi conosciuta come zucca violina, è molto apprezzata nel nord Italia dove è perfetta per preparare i tortelli.
  • Zucca Delica: è tra le più consumate in Italia poiché dolce e poco filamentosa. Con una conservabilità limitata è ottima al forno avvolta nella sua buccia.
  • Zucca Jack O’Lantern: varietà americana, è la protagonista di Halloween, quando, svuotata, fa da lanterna.
  • Zucca piena di Napoli: diffusa nel sud Italia, può allungarsi fino a 4 metri. La sua polpa è arancione e dolce, mentre la sua buccia verde chiaro\ocra.
Zucca al forno

Deliziosa in ogni sua parte

Con la sua polpa possiamo creare contorni, ripieni, vellutate, condimenti e chi più ne ha più ne metta. Di alcune zucche poi la parte migliore è la buccia: se non l’avete mai fatto provate a tagliare a fettine una Zucca Delica, metterla in forno e gustarla così; il suo sapore dolce si unisce perfettamente all’aroma di castagna della sua buccia verde. Ma mi raccomando quando ne aprite una, non buttate via i semi. Questi sono un ottima fonte di grassi, sono ricchi di magnesio, fosforo e vitamina E, oltre ad essere facilissimi da preparare in casa. Oltre ad un ottimo snack sono utili anche per preparare un decotto, vagamente simile all’orzata, è l’ideale per combattere l’insonnia.

Vellutata di zucca

La salute ringrazia

Le proprietà e i benefici apportati dalla zucca sono di tutti i tipi: dal favorire il transito intestinale (aiutando anche in caso di colite o emorroidi) grazie alle fibre e all’elevato contenuto di acqua, passando per la sua funzione antiossidante grazie alla presenza di betacarotene, fino ad arrivare all’allontanamento di stress e ansia grazie al magnesio e al triptofano, quest’ultimo un amminoacido responsabile della produzione di serotonina, l’ormai conosciuto ormone del buonumore.

Ricca di grassi buoni come l’Omega-3, la zucca è ottima in una dieta volta alla riduzione del colesterolo e all’abbassamento della pressione sanguigna. Ma è perfetta anche per chi soffre di cistite: vi è la cucurbitina infatti, un amminoacido con proprietà vermifughe e antiparassitarie. Senza contare l’aiuto che può dare al nostro corpo in caso di ritenzione idrica, la presenza di acqua e potassio aiutano il nostro organismo a purificarsi ed eliminare i liquidi di troppo.

Fonti: cure-naturali.it – viversano.net – turismo.mantova.it – si-seeds.com

blank
Allegra di nome e di fatto, ho 22 anni, studio Scienze Gastronomiche e non so ancora cosa fare della mia vita se non girare il mondo per riempirmi gli occhi e la bocca di cose buone.