CulturaFoodFrutta & Verdura

Le carote fanno bene alla vista?

Uno dei grandi miti sul cibo è che le carote fanno bene alla vista. Le carote sono ricche di sostanze benefiche, ma basta questo a migliorare la visione?

Quanti di noi non l’hanno sentito dire almeno una volta: «Mangiare carote fa bene alla vista!»? Eppure si tratta di uno di quei miti sul cibo con scarsa evidenza scientifica che rimangono difficili da scalzare. L’idea che le carote migliorino la vista è un mito che affonda le radici nella notte dei tempi ma, a quanto pare, la sua fama moderna ha radici più recenti nella Seconda Guerra Mondiale.

leggende in tavola carote vista manifesto

Carote, vista e Seconda Guerra Mondiale

Durante la Seconda Guerra Mondiale la RAF, l’aviazione britannica, aveva a disposizione una nuova tecnologia che le dava grande vantaggio sull’aviazione nazista: il radar. Grazie al radar i piloti britannici erano in grado di «vedere» gli aerei nemici nella notte. Nel tentare di nascondere il più a lungo possibile la nuova tecnologia il governo britannico lanciò una massiccia campagna di (dis)informazione. Riprendendo il vecchio mito delle carote tentarono di far credere che la superiorità dei piloti inglesi fosse data proprio da una dieta a base di radici e mirtilli. La campagna alleata, nemmeno a dirlo, riscosse evidentemente un notevole successo.

leggende in tavola carote vista corpo

Mito ma non troppo

L’ironia è che le carote sono ricche di sostanze che fanno effettivamente bene alla vista. Le carote infatti (sappiamo oggi) contengono betacarotene, un antiossidante che l’organismo trasforma in vitamina A e in retinolo, sostanze entrambe benefiche per la visione umana.

Quindi, le carote fanno bene alla vista? , le carote fanno certamente bene ai vostri occhi, eppure di certo non sono in grado di migliorare la vostra vista né tantomeno aiutarvi a vedere nel buio. Per quello vi serve comunque un radar.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.