FoodGastronomia

Esiste il tartufo biologico?

Sapete che esiste il tartufo biologico? In molti possono pensare che essendo un fungo che cresce nei boschi non sia possibile certificarlo, ma in Europa il tartufo bio esiste, ed ha un senso.

Il tartufo biologico esiste e si può trovare in commercio con tanto di certificazione europea, nonostante in molti credano che sia un prodotto prevalentemente raccolto in mezzo alla natura. Eppure questo tipo di fungo, che cresce sottoterra, può giovare di una certificazione bio per una serie di motivi non scontati, come per esempio la tutela della provenienza e i metodi di raccolta, lavorazione e conservazione dei prodotti trasformati del tartufo.

tartufo biologico

Cosa bisogna sapere del tartufo biologico

Uno dei motivi per cui i consumatori possono essere interessati al tartufo biologico è che il fungo, per quanto con difficoltà, si può coltivare. E quelli che vengono cresciuti in appezzamenti di terreno specifici possono essere fertilizzati, per esempio, o aiutati con altri composti.

In ogni caso la «tartuficoltura» rimane una delle coltivazioni più complesse al mondo, nonostante questo alcuni agricoltori offrono tartufi biologici, cresciuti e raccolti seguendo una certificazione europea. Questo tipo di disciplinare non tutela solo la provenienza del prodotto, ma anche la sua raccolta, compatibile con i tempi dilatati della foresta, e la sua lavorazione, in particolare quando il tartufo viene lavorato per la produzione di olii aromatizzati o creme. Questo, tra l’altro, non vale solo per i tartufi ma anche per i più comuni funghi: anche questi infatti possono avere una certificazione bio.


LEGGI ANCHE: Funghi biologici: cosa sono e perché sceglierli

In particolare l’UE rilascia una certificazione biologica per 6 varietà diverse di tartufo:

  • Tartufo Bianco Pregiato
  • Tartufo Bianchetto o Marzuolo
  • Tartufo Nero Estivo o Scorzone
  • Tartufo Nero Pregiato
  • Tartufo Uncinato

I vantaggi del tartufo biologico non si limitano alla qualità nutrizionale e organolettica del prodotto, ma coinvolgono anche il rispetto per l’ambiente e l’utilizzo di metodi che premiano la sostenibilità e i ritmi naturali della foresta.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.