AmbienteEcologia

Biodiversità in agricoltura: il segreto è il biologico

La biodiversità in agricoltura è una risorsa, e chi coltiva biologico lo sa bene: le ricerche in merito confermano che nei campio bio la natura è più varia.

Parlare di biodiversità in agricoltura è diventato quasi obbligatorio, soprattutto tra chi lavora con il biologico. Una maggiore varietà di organismi in natura è un vantaggio: lo è per l’ambiente ma spesso anche per i produttori, a patto di concepire animali e altri esseri viventi come una risorsa a lungo termine piuttosto che una minaccia al proprio raccolto. Per la salute degli ecosistemi, infatti, la biodiversità in agricoltura è sempre più considerata una risorsa, i chi pratica bio è in vantaggio.

biodiversita agricoltura

Biodiversità e biologico

C’è un dato molto importante da considerare quando si approfondisce il concetto di biodiversità in agricoltura: ci sono circa 8.500 specie minacciate dall’estinzione, il 62% delle quali è messa in pericolo proprio dall’agricoltura. A peggiorare ancora di più questo dato è la deforestazione globale, di cui l’80% è imputabile proprio al terreno che l’uomo utilizza per coltivare e allevare il cibo che quotidianamente consuma.

Il movimento biologico è nato proprio con l’idea di una produzione che riuscisse a mediare tra le esigenze dell’uomo e quelle della natura, rispettando l’ambiente in tutta la sua complessità. In generale gli esperti hanno scoperto che l’applicazione di metodi bio migliora la biodiversità in agricoltura: altre piante, ragni, insetti e microbi sono gli organismi più avvantaggiati, molto probabilmente per l’uso più attento di pesticidi. Questi ultimi poi non sono derivati da sintesi chimica e hanno un impatto più ridotto, nel bene e nel male.

Ricerche condotte nello specifico sulla questione biodiversità in agricoltura biologica hanno dimostrato che nei campi bio si trova circa il 50% di organismi in più. L’effetto, tra l’altro, si espande a cascata, aiutando anche specie di animali che non si trovano direttamente a contatto con i campi, ma in ecosistemi adiacenti. Alla fine dei conti il biologico è nato proprio per questo: migliorare la salute dell’ambiente e il cibo che mangiamo ogni giorno.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.