FoodGastronomiaVini & Spumanti

Vino e formaggio per una colazione da campioni

L’accoppiata vino e formaggio fa sempre più tendenza a colazione, basta riuscire a trovare gli abbinamenti giusti e la mattinata libera.

Abbinare vino e formaggio a colazione può sembrare azzardato, ma sta diventando un nuovo trend in ascesa, per una buona ragione per di più. A New York City, per esempio, sono diversi i locali che offrono il tipico breakfast sandwich abbinato ad un calice di bianco. A Londra invece sembra che dei semplici crostini, con una selezione di formaggi, stiano diventando un ottimo modo per cominciare la giornata.

vino formaggio colazione

Abbinare vino e formaggio a colazione

Le premesse sono fondamentali: mattinata libera e nessuna necessità di recuperare la macchina sono i presupposti per potersi godere in tutta serenità una colazione dal lieve tasso alcolico. Vino e formaggio fanno iniziare la giornata con molta tranquillità, e alcuni esperti sottolineano che le papille gustative tendono ad essere più reattive durante le prime ore della giornata. Per questo motivo il vino si gusta ancora meglio la mattina.

Non è nemmeno una novità assoluta a ben pensarci: negli anni venti del 900 era facile imbattersi in persone facoltose che iniziavano la giornata con un Mimosa o un  Bloody Mary, e ancora prima i soldati inglesi erano soliti correggere il tè del mattino con del rum. Oggi si preferisce qualcosa di più raffinato come l’accostamento, tra champagne e gouda, o anche il Riesling. Vini leggeri, frizzanti e con la giusta acidità per bilanciare la componente grasse del formaggio.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.