FoodGastronomia

Uova biologiche: caratteristiche e come ricoscerle

Le uova biologiche hanno caratteristiche ben precise, ed è semplice capire come riconoscerle, basta sapere cosa guardare.

Le uova biologiche sono sempre più richieste, ma quali sono le loro caratteristiche? Sapere come riconoscerle non è difficile, nonostante tra i consumatori ci sia ancora un po’ di confusione a riguardo, tra chi pensa che sia solo una questione di alimentazione delle galline e chi invece tira in ballo l’intero allevamento. Ecco cosa dovete sapere per fare una spesa più consapevole, soprattutto riguardo le uova biologiche, soprattutto quelle di gallina.

Uova biologiche: caratteristiche e come ricoscerle

Caratteristiche delle uova biologiche

Cominciamo a sfatare subito una convinzione comune: perché si possano definire uova biologiche non basta che le galline siano nutrite con cibo biologico, ci vogliono caratteristiche ben precise. A dirlo sono, fondamentalmente, due regolamenti europei, l’834/2007 e l’889/2008, che contengono le linee guida per la produzione e l’etichettatura degli alimenti bio.

In questi regolamenti si descrive come, per esempio, gli avicoli debbano avere determinati orari di luce e buio, in modo da non trovarsi forzati a rimanere svegli per più di 16 ore al giorno. Un altro parametro molto importante da tenere a mente è il tempo trascorso all’aperto: gli animali devono passare almeno un terzo della propria vita all’aperto, in luoghi che hanno la giusta vegetazione.

È anche vietato, per le galline che andranno a produrre uova biologiche, la permanenza in gabbie, una specifica chiarita nel già citato regolamento CE 889/2008. È anche sottolineato che, nel contesto di un allevamento biologico, non possono essere utilizzate pratiche di stampo intensivo, come l’utilizzo di varietà di animali a crescita accelerata.

Un altro aspetto da considerare, quando si parla delle caratteristiche delle uova biologiche, è ovviamente l’alimentazione delle galline: in questo caso è richiesto di utilizzare mangimi biologici, rigorosamente non OGM e che non abbiano subito lavorazioni particolari, per esempio, con l’utilizzo di radiazioni ionizzanti.


Come riconoscere le uova biologiche

Una volta chiarite le caratteristiche delle uova biologiche, bisogna solo capire come riconoscerle, e grazie al codice alfanumerico stampato su ogni singolo uovo è molto semplice. La prima cifra in particolare è un numero che va da 0 a 4, ed è proprio lo zero ad indicare che quell’uovo proviene da una gallina cresciuta in un allevamento biologico.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.