AmbienteEcologia

Plastica riciclata per opere d’arte stampate in 3D

Utilizzare plastica riciclata per stampare nuove opere d’arte in 3D, l’idea di uno studio di design con base a Dubai.

L’idea di impiegare la plastica riciclata da 30.000 bottiglie in un’opera d’arte, per di più stampata in 3D, può sembrare futuristica, ma uno studio di design è riuscito a trasformarla in realtà. L’opera si chiama Deciduous e punta a sensibilizzare sull’idea di sostenibilità e rispetto per l’ambiente, dimostrando come alcune tecnologie possano aiutarci nel diminuire la nostra produzione di rifiuti.

Plastica riciclata per opere d'arte stampate in 3D

L’arte contro l’inquinamento da plastica

Riuscire a impiegare plastica riciclata non è sempre facile: i membri dello studio MEAN Design hanno creato un particolare polimero in grado di essere lavorato con una stampante 3D in varie forme e colori. Un altro aspetto da considerare è la base dell’opera stessa, che per essere costruita con l’adeguata resistenza è stata fatta in cemento (sempre stampato i tre dimensioni).

Sostenibilità opere arte

Ogni aspetto dell’opera è stato preso in considerazione dallo studio di design, anche la costruzione e l’assemblaggio stesso possono essere fatti senza l’impiego di macchinari pesanti, una decisione presa in nome della sostenibilità a tutti i costi. L’utilizzo di materiali ecologici infatti non è per forza sinonimo di ridotto impatto ambientale, anche tutto ciò che circonda la costruzione, dalla movimentazione dei materiali al loro assemblaggio.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.