AmbienteEcologia

Novità dell’agricoltura biologica: lo spray elettrostatico

L’ultima novità dell'agricoltura biologica è lo spray elettrostatico, un nuovo metodo per spargere fertilizzanti, pesticidi o erbicidi riducendo al minimo gli sprechi.

La novità dell’agricoltura biologica di cui sentiremo sempre più parlare è lo spray elettrostatico, una trovata semplice ma geniale che permetterà di spargere fertilizzanti, pesticidi o erbicidi contenendo al minimo gli sprechi. La tecnologia dietro questa nuova tecnica è tanto semplice quanto efficace, almeno è questo che si evince dalle prime sperimentazioni, e potrebbe essere la chiave di una maggior sostenibilità in agricoltura.

Novità dell'agricoltura biologica: lo spray elettrostatico

Come funziona lo spray elettrostatico nell’agricoltura biologica

Parlando di questa novità dell’agricoltura biologica, la prima differenza tra lo spray elettrostatico e le normali pratiche di spargimento dei prodotti nei campi sta nella dimensione delle gocce: può sembrare un’inezia ma parte dei vantaggi di questo sistema sono proprio legati alle dimensioni molto ridotte delle goccioline, che diventano simili ad una fitta nebbia.

L’altro passaggio importante di questa novità dell’agricoltura biologica sta proprio nell’elettrostatica: le piccole particelle di liquido dello spray elettrostatico vengono caricate con una carica positiva appena prima di essere rilasciate dai diversi ugelli. Questo fa sì che i diversi fertilizzanti, pesticidi o erbicidi si attacchino direttamente alle piante, che hanno una carica negativa perché a contatto con il terreno, su entrambi i lati delle foglie.


La sostenibilità dello spray elettrostatico

Il vantaggio di questa novità dell’agricoltura biologica è innanzitutto legato alla sostenibilità: lo spray elettrostatico è molto più efficiente per distribuire alcuni prodotti, diminuisce gli sprechi e le contaminazioni ambientali e fa risparmiare gli agricoltori. L’unica pecca, almeno attualmente, è che il sistema non è adatto ad ogni singolo fertilizzante, pesticida o erbicida in circolazione. Diversi prodotti a base di zolfo, per esempio, richiedono una forte diluizione per poter essere distribuiti efficacemente.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.