AmbienteFrutta & VerduraOrto

L’unica fattoria bio di Parigi si trova sottoterra

Si chiama La Caverne ed è una vera e propria fattoria bio nel sottosuolo di Parigi che produce vegetali e funghi stravolgendo il concetto di coltivazione urbana con l’innovativa tecnica «cicloponica».

La tecnologia ci dà la possibilità di dare libero sfogo alla fantasia anche quando si parla di coltivare vegetali. Così nasce La Caverne una vera e propria fattoria bio – di fatto l’unica nella città di Parigi – che coltiva vegetali e funghi con la rivoluzionaria tecnica «cicloponica» capace di ottimizzare la produzione sfruttando le interazioni positive tra i vari organismi.

La Cavern fattoria sottoterra a Parigi

Coltivare senza il Sole

La Caverne si trova nel sottosuolo del quartiere La Chapel di Parigi, più precisamente in un parcheggio sotterraneo dismesso. L’innovativa startup produce nel sottosuolo verdura, erbe e…funghi! La scelta non è casuale, infatti la tecnica utilizzata è quella della cicloponica, un’evoluzione della più nota idroponica di cui vi abbiamo già raccontato. Questa, prevede la valorizzazione delle interazioni positive che si instaurano tra gli organismi coltivati, per esempio: i funghi produrranno la CO2 e i nutrienti necessari alla crescita dei vegetali i quali a loro volta origineranno deperendo le sostanze necessarie allo sviluppo dei funghi, secondo un principio che prende largamente spunto dalla permacultura di cui vi abbiamo parlato in un altro articolo.

La Cavern fattoria sottoterra a Parigi produzione funghi

Il progetto di questa innovativa e inusuale fattoria bio è quello di espandere la propria attività introducendo un sistema di distribuzione dei suoi prodotti in città con una propria flotta di biciclette elettriche. Gli ideatori dichiarano chiaramente di voler rivalutare il mestiere del contadino avvicinando, in una maniera del tutto nuova, la produzione al consumo con un obiettivo produttivo di 54 tonnellate tra vegetali e funghi ogni anno. La Caverne è un altro esempio di come la tecnologia consenta di portare il verde nelle nostre città utilizzando lo spazio in una maniera completamente nuova, passando dalle fattorie arrampicate sui grattacieli di cui già vi abbiamo parlato, a quelle celate nel sottosuolo. Se questo è il trend che la produzione sta seguendo, a nostro avviso il futuro potrebbe essere più roseo, pardon, green del previsto.

blank
Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.