AmbienteEcologia

Inquinamento luminoso: alcuni consigli su come aiutare gli insetti

La popolazione di insetti è in declino anche per l’inquinamento luminoso. Ecco alcuni consigli su come oguno di noi può aiutare gli insetti.

Inquinamento luminoso e uso intensivo di pesticidi stanno mettendo a rischio la popolazione mondiale di insetti. È vero, spesso possiamo considerarli poco piacevoli o spesso addirittura fastidiosi, eppure la nostra esistenza è strettamente legata alla loro. Senza insetti l’intero ecosistema è a rischio, basti pensare a cosa succederebbe se all’improvviso dovessero sparire le api. Non è nemmeno un panorama così improbabile: secondo recenti ricerche la popolazione mondiale di insetti è in declino preoccupante. In Germania negli ultimi 30 anni si sono persi il 75% degli insetti volanti. Secondo gli esperti, oltre il 40% delle specie di insetti è a rischio estinzione nelle prossime decadi. I rischio per l’intero pianeta è incerto.

inquinamento luminoso

Cosa è l’inquinamento luminoso

Se sull’utilizzo di pesticidi in agricoltura possiamo fare poco individualmente, sull’inquinamento luminoso possiamo invece fare la nostra parte anche da casa. Per inquinamento luminoso s’intende l’utilizzo intensivo di luci artificiali, specialmente nelle ore notturne. Questa illuminazione ha un profondo impatto su diverse specie d’insetti che si sono evolute per utilizzare la luce come fonte fondamentale per navigare nell’ambiente e procacciarsi il cibo. Per colpa delle nostri notti artificialmente illuminate stiamo distruggendo le abitudini di centinaia di specie.

inquinamento luminoso insetti

Alcuni consigli su come limitare le luci e aiutare gli insetti

Cosa può fare ognuno di noi per aiutare gli insetti e contrastare l’inquinamento luminoso? Semplice, anzitutto: spegnere le luci quando non c’è bisogno di tenerle accese. A differenza di altri tipi d’inquinamento che richiedono lunghe procedure di bonifica, l’inquinamento luminoso è di facile eliminazione. Basta premere l’interruttore. Se avete un giardino o spazi aperti, una idea vincente è quella di rendere la vostra illuminazione sensibile al movimento. Con un sensore di movimento le luci si accenderanno solo quando ne avrete bisogno senza correre il rischio di dimenticarle accese.

Un altro accorgimento che possiamo tenere per limitare l’inquinamento luminoso è quello di coprire le lampadine in modo che indirizzino la luce solo dove ce n’è bisogno. Una luce troppo intensa o diffusa rischia di venire scambiata dagli insetti per il sole o per la luna. Specialmente la luce che viene diffusa verso l’alto è particolarmente «inquinante».

insetti inquinamento luminoso

Anche utilizzare una luce di colore differente può contribuire ad aiutare gli insetti. Generalmente la luce bianca e la luce blu sono quelle che gli insetti trovano più attraenti. Esistono diverse specie di insetti che sono attirati anche dalle frequenze del rosso, del giallo e dell’arancio. Tuttavia la luce ambrata sembra al momento essere quella meno invadente. Se avete l’opportunità di scegliere il colore della vostra illuminazione da esterni, puntate sul colore arancio-ambrato. Si tratta di piccoli accorgimenti che se applicassimo su larga scala potrebbero fare la differenza.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.