Dolci & PasticceriaFoodSenza glutine

Gomma di xantano: cos’è e come funziona

La gomma di xantano, cos’è e come funziona questo prodotto sempre più diffuso in alimenti, integratori e cosmetici.

La gomma di xantano è un polisaccaride ottenuto da un batterio, il Xanthomonas campestris, responsabile della fermentazione di carboidrati come glucosio e saccarosio. Il prodotto finito risulta una polvere color crema che disciolta in acqua da origine ad una gelatina. Questa trova diversi utilizzi sia in ambito alimentare, specialmente nei prodotti per celiaci; negli integratori e nei cosmetici.


gomma di xantano gelatine

Usi della gomma di xantano

L’ambito alimentare è quello dove questo prodotto trova le più numerose applicazioni, basti osservare le etichette degli alimenti: la gomma di xantano viene indicata come E415. Essa funge da additivo stabilizzante e come addensante, capace di evitare la separazione delle diverse componenti, risultando, tra l’altro, particolarmente adatto per preparazioni quali la sferificazione. Tra i principali prodotti in cui è possibile trovarla vi sono salse, sughi e dessert. Uno degli usi più importanti tuttavia si ritrova nelle farine per celiaci. Queste infatti essendo prive di glutine mancano di quella proprietà collante tipica invece delle farine tradizionali. In tal senso la gomma di xantano può fungere da sostituto.

gomma di xantano

Inoltre, come anticipato, questa sostanza può essere utilizzata per aumentare l’appetibilità e migliorare la consistenza degli integratori alimentari, o dei prodotti dietetici. Per le sue particolari proprietà può essere anche adoperata in ambito cosmetico dove svolge la sua funzione in creme per la pelle, in prodotti per capelli e gel vari. La gomma di xantano è acquistabile specialmente nei negozi di prodotti per la pasticceria. La cosa interessante è che questa sostanza si presta ad un utilizzo piuttosto versatile: infatti agisce a tutte le temperature e resiste ad un’ampia gamma di acidità. Tuttavia risulta solubile solamente in acqua e non in sostanze «grasse». Non c’è da dimenticarsi, però, che per quanto sia un prodotto naturale, è bene non abusarne. Infatti si tratta di una sostanza che non viene digerita causando, se assunto in grandi quantità, potenziali problemi intestinali.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.