AmbienteEcologia

Ford sostenibile grazie agli scarti del caffè di McDonald’s

L’idea di una Ford sostenibile si fa ancora più concreta con l’utilizzo degli scarti del caffè di McDonald's, e in futuro l’impegno per l’ambiente è destinato a crescere.

Il binomio Ford sostenibile, con gli scarti del caffè di McDonald’s, diventa ancora più tangibile: il brand, che da anni scommette sulla sostenibilità e il rispetto per l’ambiente, ha chiesto supporto al gigante del fast food per trovare una fonte adeguata di materia prima per bioplastica. La buccia dei chicchi di caffè, scartata durante la tostatura, si è rivelato il prodotto perfetto per lo scopo.

Ford sostenibile
Foto da Ford

Plastica dagli scarti del caffè per un auto sostenibile

Produrre una Ford sostenibile sarà più semplice nel prossimo futuro: l’azienda ha cominciato recentemente ad utilizzare una plastica – o meglio, una bioplastica – prodotta a partire dagli avanzi dei chicchi di caffè per costruire i fanali di alcuni suoi modelli. In particolare, si tratta di quella parte, nascosta sotto la carrozzeria, in cui vanno a posizionarsi le luci vere e proprie. Questa soluzione risulta più leggera rispetto alla plastica convenzionale e permette di sfruttare una materia prima che altrimenti finirebbe semplicemente buttata.

Ideare una un modello di Ford sostenibile è una sfida stimolante e per farlo al meglio occorre avere una visione a 360 gradi di una macchina, dal suo comportamento sulla strada fino alle materie prime con cui viene costruita. In particolare la scelta degli scarti del caffè di McDonald’s è legata alla facilità con cui si può reperire questa materia prima, ormai diffusa in tutto il mondo.

Nel prossimo futuro la strada per una Ford sostenibile sarà ancora più battuta: se il percorso è iniziato già nel 2011, con l’impiego di una schiuma derivata dalla soia per imbottire i sedili, nell’arco dei prossimi anni verrà ancora più approfondito, includendo anche altri parti dei veicoli.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.