FoodGastronomia

Differenza tra olio d’oliva e burro

A tavola c’è molta differenza tra olio d'oliva e burro? Sembrerebbe proprio di sì, non solo per una questione di sapore e consistenze, ma anche di proprietà e benefici.

In cucina conoscere la differenza tra olio d’oliva e burro è molto importante, non solo per preparare con precisione le vostre ricette, ma anche da un punto di vista di benefici e proprietà. Per quanto questi due grassi vengono spesso considerati intercambiabili nella preparazione di alcuni piatti, sono in molti a pensare che l’olio d’oliva, soprattutto se extra vergine, sia più salutare. Ma è proprio così?

differenza olio oliva burro

L’olio d’oliva

La maggior parte di noi è consapevole che l’olio extra vergine d’oliva sia un prodotto, nella categoria dei grassi da condimento, decisamente salutare. Bisogna ricordarsi però che avendo un contenuto di calorie molto elevato esagerare con il suo utilizzo può avere effetti controproducenti sul nostro benessere.

Tra le sue proprietà più conosciute c’è quella di contrastare le malattie cardiovascolari, in particolare quelle legate alle coronarie. Non contiene colesterolo, che invece è presente nel burro, mentre ha una quantità maggiore di calorie, nonostante sia largamente diffusa la credenza che sia più leggero. Non contiene una quantità molto elevata di acidi grassi polinsaturi, che invece sono più presenti nei grassi animali.

olio oliva

Il ruolo principale dell’olio extra vergine d’oliva, almeno nella quotidianità, è quello di condimento a freddo: si utilizza su moltissime tipologie di alimenti, sia cotti che crudi. Questo non vuol che nei soffritti non sia un vero protagonista. Esiste comunque una diatriba ancora accesa: è meglio crudo o cotto?

Il burro

È giusto soffermarsi sulla differenza tra olio d’oliva e burro, ma non bisogna dimenticare che in una dieta equilibrata c’è spazio per entrambi i prodotti. Se infatti da una parte l’olio extra vergine di oliva è ricco di steroli vegetali, tocoferoli e altre sostanze antiossidanti, è altrettanto vero che il burro contiene molta Vitamina A, assieme ad una discreta quantità di sali minerali.

burro

Un’altra differenza importante da tenere a mente è il punto di fumo: quello del burro classico è molto più basso rispetto a quello dell’olio d’oliva, motivo per cui non andrebbe utilizzato per le fritture. Questo non vale per il burro chiarificato o anidro, conosciuto anche come ghee, che contiene meno acqua e resiste a temperature maggiori.

La differenza tra olio d’oliva e burro, insomma, non è da semplificare concludendo che il primo faccia meglio del secondo. Sono infatti entrambi alimenti utili alla nostra dieta, da consumare nelle giuste quantità senza esagerare.

TOPIC burroolio
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari riguardo il complicato mondo dell’alimentazione.