FitnessSalute

Cos’è il metabolismo basale

Sapere cos’è il metabolismo basale è importante per chi vuole fare di più per il proprio benessere e stare attento alla linea.

Sapete cos’è il metabolismo basale? Si tratta, in parole povere, del dispendio energetico di un organismo vivente (noi ne parliamo spesso riferendoci agli umani) quando è a riposo. È facile che persone particolarmente attente alla linea, al benessere e all’attività fisica abbiano già un’idea di cosa si tratti, ma l’argomento rimane abbastanza complesso. Tra variabili di cui tenere conto, calcoli da eseguire e definizioni, ecco cosa dovete sapere a riguardo.

Cos'è il metabolismo basale

La definizione di metabolismo basale

Per capire esattamente cos’è il metabolismo basale è utile partire dalla definizione che abbiamo dato appena qui sopra entrando un po’ più nel merito della questione. In ogni momento il nostro organismo consuma energia, acquisita con la dieta quotidiana, per svolgere svariate attività vitali per la nostra sopravvivenza, come


  • Respirare
  • Far circolare il sangue
  • Digerire
  • Attivare il sistema nervoso

Assieme ad altre meno note. Nonostante il metabolismo basale sia calcolato a riposo, questo rappresenta tra il 45% e il 75% del dispendio energetico del nostro corpo rispetto al totale della giornata. Queste percentuali sono così distanti perché, ovviamente, in chi fa molta attività fisica nell’arco della giornata il metabolismo basale incide poco, succede invece il contrario con chi ha una vita sedentaria.

Come si calcola il metabolismo basale

Prima di imparare come si calcola il metabolismo basale è bene sapere che, per quanto preciso, il risultato dovrà sempre essere trattato come una stima. In più va considerato che perfino gli esperti non sono sempre concordi su come impostare il calcolo del metabolismo basale.

Innanzitutto ci sono dei presupposti affinché il calcolo sia il più preciso possibile, definiti come condizioni basali:

  • Essere a riposo, ma svegli
  • Digiunare per almeno 12 ore
  • Aver dormito bene la notte precedente
  • Non aver praticato attività fisica nell’ora precedente
  • Niente eccitazione fisica o mentale

Più queste condizioni basali sono seguite alla lettera più il calcolo dovrebbe risultare vicino a quello reale, ma avrete bisogno di un esperto in grado di elaborare questi dati. Basta considerare che anche la temperatura della stanza può influenzare il nostro metabolismo basale per capire quanto sia complicato essere precisi.

In ogni caso, se si vuole provare a calcolare il metabolismo basale a casa esistono molti calcolatori online che possibile consultare, ma lo si può fare anche con una semplice calcolatrice e un’equazione, quella messa a punto da James Arthur Harris e Francis Gano Benedict, conosciuta come metodo Harris-Benedict.

Per gli uomini la formula è:

66,5 + (13,75 × peso in kg) + (5,003 × altezza in cm) – (6,755 × età in anni)

Mentre per le donne la formula è:

655,1 + (9,563 × peso in kg) + (1,850 × altezza in cm) – (4,676 × età in anni)

Il risultato che si ottiene è espresso in chilocalorie (kcal) e, come abbiamo già anticipato, deve essere considerato semplicemente una stima. Se per qualche motivo è necessario calcolare il ritmo basale in maniera precisa è fondamentale rivolgersi ad un professionista.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.