FoodSenza glutine

Come usare la farina di ceci in cucina

Scopriamo insieme come usare la farina di ceci in cucina, una farina versatile e dai grandi benefici.

Molte calorie, ma anche basso indice glicemico, vediamo insieme come usare la farina di ceci in cucina, un farinaceo ottenuto dalla macinazione dei ceci secchi e protagonista di numerose ricette, tra cui farinata, ma anche la panissa, gli gnocchi e molto altro.

come usare la farina di ceci in cucina

Farina di ceci fatta in casa

Prima di scoprire come usare la farina di ceci in cucina, è bene precisare che questo semplice ingrediente è molto apprezzato da vegetariani e vegani, ma non solo, è particolarmente indicato per chi ha intolleranze o allergie al glutine e per i celiaci. A differenza delle farine più classiche, come la 00, bastano pochi semplici passaggi e un valido robot da cucina per ottenere la farina di ceci fatta in casa. Si parte sciacquando i ceci e lasciandoli asciugare su un telo per 24 ore. Per facilitare la macinazione della farina, è bene farli tostare in forno, per circa 15/20 minuti a 150°. A questo punto inserire i ceci all’interno del robot da cucina e macinare fino al raggiungimento di una farina piuttosto sottile. Conservare in un contenitore con chiusura ermetica e in un luogo asciutto per mantenere intatte le proprietà benefiche.


Ricette con farina di ceci

La farina di ceci è un ingrediente particolarmente utilizzato in India e in Pakistan. Ma ha trovato spazio anche in Italia, diventando il principale ingrediente di alcune preparazioni. Vediamo insieme alcune ricette con farina di ceci.

Farinata

farinata
Foto da Instagram / saras.testkitchen

La farinata è una specialità ligure, una torta salata composta da acqua e farina di ceci. La sua preparazione è altrettanto semplice.

Ingredienti

  • 900 ml di acqua
  • 50 g olio extra vergine di oliva
  • 300 g di farina di ceci
  • 10 g sale fino

Mescolare insieme farina di ceci e acqua, lasciare riposare fino a 10 ore fuori dal frigo. A seguire eliminare con la schiumarola la schiuma formata in superficie. Aggiungere olio e sale. Porre l’impasto in una teglia antiaderente e unta in precedenza con un filo d’olio. Cuocere in forno statico preriscaldato a 250°, nel ripiano più basso a contatto con il fondo, per 10 minuti. Per la giusta doratura, spostare poi la teglia nel piano alto del forno e farla cuocere ancora altri 10/15 minuti.

Panissa

panissa

La panissa è un’altra delle specialità liguri, molto simile nella preparazione alla farinata, ma cotta in frittura.

Ingredienti

  • 300 g farina di ceci
  • 5 g sale fino
  • 700 g olio di semi di arachide
  • 1 L acqua
  • pepe nero q.b.

Unire l’acqua alla farina di ceci precedentemente salata e pepata. Far cuocere l’impasto a fuoco lento, tenendolo mescolato fino a che il composto risulti sodo. Una volta terminata la cottura, porre il composto in una teglia rettangolare, come quella per i plumcake, comprendolo con la pellicola e lasciandolo raffreddare. A questo punto tagliare l’impasto prima a fettine sottili e poi, se si preferisce, a pezzettini e friggere in olio caldo (circa 170°) per 5 minuti.

Gnocchi di farina di ceci

gnocchi con farina di ceci

Gli gnocchi di farina di ceci sono delle piccole palline prive di glutine dalla consistenza morbidissima.

Ingredienti

1 kg patate a pasta gialla
300 g farina di ceci
55 g uova (circa 1)

Prima di tutto bisogna far bollire le patate per circa 30/40 minuti. Una volta raffreddate, con il supporto di uno schiaccia patate, ridurle a poltiglia. Unire la farina di ceci alle patate, aggiungendo l’uovo. Lavorare a mano l’impasto fino a raggiungere l’uniformità. Prelevando piccole porzioni di composto, creare prima dei bigoli e tagliare successivamente a tocchetti. Trasferirli su un vassoio spolverato di farina di ceci. Come per gli gnocchi di patate, vanno cotti in acqua bollente e salata fino a che non saliranno a galla.

Saper produrre e come usare la farina di ceci in cucina, vi permetterà di creare tanti piatti, saporiti e ricchi di tutti i benefici dei legumi da cui nasce.

blank
Giornalista pubblicista, attratta dalla natura e dal benessere, una persona dinamica e motivata da una costante voglia di conoscere il mondo che la circonda. Laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità, con uno spiccato interesse per la moda, lo yoga e la buona cucina.