FoodPane & Pasta

Come stendere la pizza senza mattarello

Tutti la amano ma quando si tratta di prepararla in casa la musica cambia. Ecco alcuni consigli su come stendere la pizza senza mattarello a casa.

La pizza: non solo è il simbolo dell’Italia ma anche uno dei cibi più amati al mondo. Molti però ritengono che prepararla a casa, buona come quella della pizzeria, proprio non sia possibile. L’ostacolo più grande pare proprio essere lo stendere la pizza senza il mattarello.

stendere pizza senza mattarello

Non tutti hanno a disposizione lo strumento o sanno come arrangiarsi usando semplicemente le mani. In realtà la pizza fatta in casa può essere preparata in modo semplice partendo direttamente da acqua e farina (esatto, non occorre acquistare la pasta lievitata al supermercato). Stendere la pizza senza il mattarello poi è più semplice di quanto possiate immaginare, basta conoscere la tecnica o usare la fantasia.


Stendere l’impasto, le alternative al mattarello

Per stendere la pizza senza mattarello come prima cosa bisogna assicurarsi che l’impasto sia correttamente lievitato. Il tempo di lievitazione varia in base alle farine utilizzate e alla quantità di lievito presente pertanto sarà diverso di volta in volta. Un impasto correttamente lievitato in ogni caso deve almeno raddoppiare di volume. Detto questo, vediamo come stendere l’impasto senza il mattarello. Per prima cosa assicurarsi che il piano di lavoro, sia esso in legno o in marmo, sia correttamente infarinato. Adagiare al centro il panetto lievitato (per preparare più pizze rotonde, porzionarlo con le mani, evitando di tagliarlo con il coltello) e appiattirlo con la punta delle mani in modo da ottenere un disco piuttosto spesso.

stendere impasto alternative mattarello

A questo punto verrebbe d’istinto utilizzare il mattarello ma si potrebbe non averlo a portata di mano. Prima di tutto, va chiarito che, oltre a rischiare di tirarlo troppo sottile, l’impasto steso meccanicamente tende a ritirarsi su sé stesso, rendendo l’operazione più difficile di quanto è in realtà. Inoltre, l’aria presente nell’impasto, tenderà a fuoriuscire rendendolo, una volta cotto, piuttosto secco. Tuttavia, se proprio l’uso delle mani fosse fuori discussione, si possono utilizzare valide alternative al mattarello come: il rotolo della carta forno; un bicchiere per gli impasti più piccoli; una bottiglia di vetro o un mestolo grande. L’unico limite risulta la fantasia e l’attenzione all’igiene.

Se l’opzione scelta per stendere la pizza senza il mattarello fossero invece le mani, si può continuare a lavorare l’impasto dal centro verso l’esterno ruotandolo in modo da ottenere uno spessore uniforme. Premendo dal centro verso l’esterno l’aria presente non fuoriesce ma si redistribuisce restituendo una pizza leggera e ben lievitata con un cornicione più o meno pronunciato in base a quanto ne avrete lasciato. Per rendere l’impasto ancora più sottile, proprio come vuole la tradizione napoletana, è possibile adagiare su una mano il disco di pasta steso e passarlo rapidamente sull’altra mano, girando contemporaneamente il disco in modo da ottenere uno spessore quanto più sottile e uniforme possibile.

Stendere la pizza senza mattarello non è poi così complesso e l’impasto sottile ottenuto è pronto per essere farcito a piacere e cotto nel forno.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.