Cosmesi

Acqua di riso, cos’è e come utilizzarla su capelli e viso

Scoprire cos’è l’acqua di riso significa venire a conoscenza di un antico prodotto da utilizzare su capelli e viso.

Sapete cos’è l’acqua di riso e come utilizzarla su capelli e viso? Questo prodotto, conosciuto da secoli soprattutto nella tradizione asiatica, non è nient’altro che l’acqua rimasta dopo aver scolato il riso, un alimento naturalmente molto ricco di amido. Questa sostanza in parte rimane disciolta nel liquido, che acquisisce interessanti benefici e proprietà che negli ultimi anni stanno venendo riscoperte anche in occidente.

Acqua di riso, cos'è e come utilizzarla su capelli e viso

Cos’è l’acqua di riso

Abbiamo già parzialmente risposto alla domanda: cos’è l’acqua di riso, ma ci sono alcuni aspetti riguardo a questa preparazione apparentemente semplice. Secondo gli storici le prime testimonianze dell’uso cosmetico di questo prodotto risalgono a oltre mille anni in Giappone, corrispondenti a quello che oggi noi chiamiamo periodo Heian. La leggenda vuole che le donne trattassero i propri capelli con lunghi bagni nell’acqua di riso, e che di conseguenza questi rimanessero lunghissimi.

Oggi gli esperti stanno cercando di andare oltre alle storie e i miti, cercando di capire cos’è nell’acqua di riso ad assicurarne le particolari proprietà e i benefici così famosi per capelli e viso. Si pensa che parte della questione sia legata ad alcuni nutrienti molto importanti presenti in questo prodotto, come


  • Amino acidi
  • Vitamine B
  • Vitamina E
  • Minerali
  • Antiossidanti

Detto questo però si pensa che il componente fondamentale che rende questi prodotti così utili nel trattare capelli e viso sia proprio l’amido di cui abbiamo già parlato.

Come usare l’acqua di riso sui capelli

Imparare come usare l’acqua di riso sui capelli è perfetto per chi cerca un rimedio assolutamente naturale per trattare la propria capigliatura in modo naturale. Per provare questo metodo non dovrete fare altro che bollire un po’ di riso, e il gioco è fatto, ma tenente presente che alcune ricette per acqua di riso suggeriscono di lasciarlo in ammollo per 30 minuti o un’ora, senza calore, per ottenere un miglior risultato.

Secondo altri fonti, supportate da uno studio scientifico pubblicato sul portale MDPI nel 2012, i risultati migliori si otterrebbero con l’acqua di riso fermentata. Per ottenere questa versione dovrete semplicemente lasciare la soluzione all’aria aperta per uno o due giorni prima di applicarla sui capelli.

Per usare l’acqua di riso sui capelli vi basterà lavarli accuratamente con dello shampoo, risciacquare accuratamente e poi utilizzare il vostro preparato naturale versandolo direttamente sui capelli (ovviamente una volta completamente freddo). Massaggiate attentamente e poi lasciate agire per 20 minuti. Risciacquate un’ultima volta e il gioco è fatto.

Come usare l’acqua di riso sul viso

Per usare l’acqua di riso sul viso le istruzioni da seguire sono bene o male le stesse che abbiamo descritto precedentemente, ma anche in questo caso è interessante capire perché questo rimedio è così consigliato. Sembra che diversi studi, tra cui uno intitolato «Skin Ageing: Natural Weapons and Strategies», abbiano dimostrato alcuni benefici interessanti dell’acqua di riso, tra cui il miglioramento della pelle dopo l’esposizione ad un’eccessiva quantità di radiazioni solari.

Un altro motivo per usare l’acqua di riso sul viso sarebbe l’effetto che questo prodotto ha sulla produzione del collagene. Alcuni studi aneddotici avrebbero dimostrato che l’acqua di riso è efficace nel stimolare la pelle a produrre questa importante sostanza, anche se, su questo punto, gli esperti invitano alla cautela.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.