FoodFrutta & Verdura

Il vero colore delle carote non è l’arancione

Il colore delle carote originale non è l’arancione, come siamo abituati a vederle oggi, ma il viola (o il bianco, a seconda della provenienza).

Conoscete il vero colore delle carote, quello originale? Siamo abituati a pensare che tutti gli ortaggi che coltiviamo e consumiamo oggi siano rimasti bene o male gli stessi durante la storia dell’umanità, ma le carote come le conosciamo oggi, con il loro bel arancione acceso, hanno solo qualche secolo: prima in natura si trovavano viola o bianche. Ma com’è possibile allora che oggi siano arancioni?

Il vero colore delle carote non è l'arancione

L’origine del colore arancione delle carote

Il colore delle carote originale non ha niente a che vedere con quello attuale. Al tempo dei romani si ritiene che fossero diffuse diverse varietà, probabilmente viola e bianche. La forma era anche meno regolare, con un numero maggiore di protuberanze sui lati, assieme a radici e bozzi esteticamente poco piacevoli. I contadini però sapevano che incrociando varietà diverse e singole piante con caratteristiche considerate migliori si poteva indurre una coltivazione a trasformarsi in un certo modo.

Tra il sedicesimo e diciassettesimo secolo gli olandesi erano diventati molto bravi nella selezione delle diverse piante e iniziarono a lavorare sul colore delle carote: per rendere omaggio alla dinastia degli Orange iniziarono a incrociare diverse varietà di questo ortaggio, ognuna con il suo colore particolare, ottenendo alla fine delle carote dal tipico colore arancione. Questo procedimento, probabilmente, ha anche reso la verdura più ricca di beta carotene, che è la molecola a cui è legato il colore arancione della carota.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.