Dolci & PasticceriaFood

Uovo di Pasqua in casa, una breve guida

Fare l’uovo di Pasqua in casa è un’attività che ogni anno vede coinvolte sempre più persone: è divertente, fa risparmiare ed è un’idea regalo molto apprezzata. Sapete da dove iniziare?

Preparare l’uovo di Pasqua in casa non è un’impresa impossibile, anzi, basta avere un po’ di pazienza – oltre che un po’ di dimestichezza con il temperaggio del cioccolato – per ottenere un risultato perfetto. Parliamoci chiaro: le uova di pasqua sembrano a prima vista difficili da assemblare in casa, ma in realtà occorre semplicemente avere gli strumenti giusti a portata di mano.


Uovo di Pasqua in casa una breve guida

Uovo di Pasqua in casa: gli strumenti

Prima di cominciare con l’uovo vero e proprio vediamo cosa serve per poterne preparare uno. È sicuramente fondamentale un termometro da cucina: come vi abbiamo spiegato dettagliatamente nell’articolo su come si tempera il cioccolato, le temperature precise sono fondamentali per la buona riuscita delle uova.

Uovo di Pasqua in casa gli strumenti

In secondo luogo sono necessari degli stampi: seguendo questo link potrete trovare uno stampo trasparente per uova da 130 grammi, alte circa 15 cm, mentre a quest’altro potete trovare lo stampo per uova più grandi, da ben 500 grammi. In alternativa potreste dare un’occhiata a questi kit, che racchiudono proprio tutto l’occorrente, dallo stampo alle basi per confezionare le uova.

Uovo di Pasqua in casa: il procedimento

La prima cosa da fare, come vi abbiamo già anticipato, è temperare il cioccolato. Una volta completato questo passaggio, fondamentale per la buona riuscita della ricetta, il resto è tutto in discesa: versate il cioccolato nello stampo che avete scelto, stendendolo su tutta la superficie. Liberatevi del cioccolato in eccesso e ripete il procedimento per entrambi i lati per poi metterli nel frigo un paio d’ore.

Uovo di Pasqua in casa una breve guida

Nel frattempo preparate la sorpresa che volete inserire all’interno e chiudetela in un sacchetto alimentare, quelli del congelatore andranno benissimo. Una volta che le due metà del guscio si saranno solidificata perfettamente arriverà il momento della «saldatura»: eliminate il cioccolato duro e in eccesso dai bordi per poi usare dell’altro cioccolato fuso come colla. Mettete la sorpresa all’interno di una delle due metà e procedete ad unire i due gusci. Non vi è venuta voglia di provare?

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.