AmbienteEcologiaHot Topic

Un insetticida biologico può salvare le castagne

Utilizzare un insetticida biologico potrebbe salvare le castagne dalla minaccia di alcuni insetti, rispettando natura e ambiente.

L’insetticida biologico che può salvare le castagne non è una semplice sostanza da applicare sulle piante, ma letteralmente altri insetti, i nematodi, che ne attaccano altri più pericolosi per la pianta. Si tratta di un tassello di quella che viene definita lotta biologica, un intervento che vede la sovrapposizione di sistemi biologici come parassiti, selezionati specificatamente, e altri organismi. Non semplici prodotti naturali, ma altri organismi utilizzati in armonia con l’ambiente e la natura, utili in particolare contro una delle minacce più concrete alle castagne: larve di coleotteri e lepidotteri.

LEGGI ANCHE: Il segreto del caffè biologico raccolto dalle formiche

insetticida biologico

Lotta biologica e insetticidi

Comunemente è facile immaginare un insetticida biologico come un prodotto da distribuire sulle piante di origine naturale, non sintetizzato chimicamente. In realtà questa categoria è molto ampia e racchiude diversi mezzi che possono cooperare parallelamente in un’ampia strategia definita lotta biologica.


  • Sistemi biologici: come i parassitoidi
  • Sistemi biotecnologici: un esempio è la confusione sessuale
  • Mezzi di lotta microbiologici: per esempio funghi e nematodi che colpiscono altri insetti

Tutte queste strategie possono difendere, in maniera naturale e rispettando l’ambiente, le castagne e, più in generale, i castagneti da cui questi frutti vengono raccolti. L’aspetto interessante è che l’insetticida biologico non è un altro insetto in sé, ma i batteri con cui questo coesiste.

Se l’efficacia a livello teorico è ben argomentata, implementare l’utilizzo di un insetticida biologico per salvare le castagne non è semplice. Eppure alcune caratteristiche di questo mezzo di lotta biologica potrebbero renderlo particolarmente vantaggioso: difficilmente infatti questo organismo riesce a stabilizzarsi in un ambiente, soffrendo molto l’assenza di acqua, per esempio durante le giornate più calde.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.