FoodGastronomia

Trucchi per fare una quiche lorraine perfetta

Conoscere i trucchi per fare una quiche lorraine perfetta vi permetterà di preparare questo classico della cucina francese alla perfezione, dalla consistenza della crema alla croccantezza dell’impasto.

Non sono molti i trucchi per fare una quiche lorraine perfetta, del resto non si tratta di una ricetta particolarmente complessa, ma sono consigli che possono fare una gran differenza. Questo classico della cucina francese è stato reinterpretato negli anni dalla cucina popolare di diverse regioni della Francia e, negli ultimi decenni, del mondo.

trucchi quiche lorraine

Oggi trovare una ricetta univoca non è semplice: le discussioni sulla composizione della farcitura, o su quale impasto utilizzare, si sprecano, ma lasciano molta libertà nell’assecondare le preferenze di ciascun cuoco.

Quale impasto usare

Se avete un po’ di famigliarità con la cucina francese e avete già sentito parlare della famigerata quiche lorraine, è molto probabile che conosciate già la risposta a questo punto: la tradizione vuole l’utilizzo della pasta brisé – o brisée – una preparazione ricca di burro che però si differenzia dalla pasta sfoglia per l’assenza di strati netti.

LEGGI ANCHE: Differenza tra pasta sfoglia e pasta brisée

Attenzione però, perché un conto è la tradizione dei classici, un conto sono le interpretazioni: non è impossibile trovare delle ricette che suggeriscono un impasto più leggero, senza burro, più simile a quello di una pizza. Non suona altrettanto francese, ma è una valida alternativa per chi cerca una versione più leggera.

Tra i trucchi per fare una quiche lorraine perfetta però ce n’è uno che coinvolge l’impasto: spennellate la parte superiore con del bianco d’uovo. Questo vi permetterà di creare una sorta di strato isolante che impedirà al fondo della quiche di diventare troppo umido. Otterrete così una consistenza più croccante e facile da mangiare senza posate.

Il rapporto tra uova e panna

Uno dei punti chiave su cui cuochi e chef si confrontano da generazioni è la consistenza che la farcitura di una quiche lorraine perfetta dovrebbe avere. Basta dare un’occhiata a qualche ricetta, che sia su libri di cucina o in internet poco importa, facilmente troverete riportati quantità di panna e uova diverse. Come nel caso precedente la questione si riduce ad una preferenza personale, ma è bene sapere esattamente quale sarà l’effetto della vostra scelta nel scegliere il numero di uova o la quantità di panna.

rapporto uova panna

Una versione della quiche lorraine, per esempio, vuole 300 ml di panna molto densa assieme a 3 uova e un tuorlo, un dosaggio che potremmo definire equilibrato. La consistenza si avvicina a quella di una crema, diventando più densa man mano che si procede con la cottura, senza diventare qualcosa di troppo simile ad un budino. Se sbilancerete il rapporto verso le uova, la consistenza risulterà più densa e il sapore sarà più deciso, mentre virare verso una maggior quantità di panna, o addirittura di latte, renderà più liquido e delicato il composto.

Come montare la farcitura

Tra i trucchi per fare una quiche lorraine perfetta spicca sicuramente l’utilizzo di una frusta per «montare» il ripieno della torta salata. Come ogni altro punto in questa lista è difficile definire una soluzione tradizionale, ogni cuoco ha trovato la propria versione preferita.

Montare il composto di panna e uova prima di aggiungerlo al resto della preparazione, però, ha dei vantaggi abbastanza obiettivi: la farcitura, ricca di aria, risulterà più leggera e non si schiaccerà immediatamente sul fondo della quiche. La consistenza risulterà più setosa e l’impasto della torta sarà più friabile. In più gli altri ingredienti rimarranno sospesi in maniera più omogenea all’interno del composto.

Groviera: si o no?

Ritorniamo ancora sulla questione della tradizione: la maggior parte delle ricette che troverete in giro riguardo a questa ricetta vi diranno di aggiungere del groviera assieme alla panna e alle uova. Eppure secondo alcuni esperti di gastronomia francese questo formaggio non sarebbe assolutamente nella preparazione originale. Quindi che fare?

groviera si no

Come già ripetuto in diversi punti precedenti il trucco per fare una quiche lorraine perfetta sta nel seguire le vostre preferenze a tavola: amate il formaggio? Aggiungetelo. Volete un risultato assolutamente a prova di critica tradizionalista? Non mettetelo. Una buona soluzione comunque è quella di assaggiare entrambe le versioni in modo da scoprire i pregi di ciascuna.

Accorgimenti utili prima della cottura

Tra i trucchi per fare una quiche lorraine perfetta ce n’è uno particolarmente utile, da tenere a mente prima della cottura: mettete metà del composto di panna e uova sul fondo della torta, aggiungete i cubetti di pancetta, dopodiché aggiungete il resto degli ingredienti l’istante prima di mettere la quiche in forno. Facendo così una parte della pancetta rimarrà in superficie, rendendo piacevolmente variegato ogni boccone.

Ultimo ma non ultimo è bene tenere a mente che la quiche lorraine è un piatto che si presta molto bene per essere personalizzato con un’ampia varietà di ingredienti, in primis verdure. Ricordatevi però che gli ingredienti proseguiranno almeno parzialmente la cottura in forno, qui è meglio lasciarli leggermente crudi prima di aggiungerli.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.