BevandeTè & Caffè

Tisane: differenza tra decotti, infusi e macerati

Il mondo delle tisane è più complesso di quanto possiate immaginare: tra decotti, infusi e macerati non si sa mai bene quale sia la differenza. Oggi facciamo un po’ di chiarezza.

Ottime per la salute, le tisane ritornano alla ribalta quando il freddo comincia a farsi sentire. Quando però si comincia ad approfondire la questione si scoprono decotti, infusi e macerati, non sempre avendo chiara la differenza tra le varie bevande. Alcuni di questi termini sono sinonimi, altri si sono trascinati nel nostro dizionario come tecnicismi che ora non vogliono più dire molto. Ecco spiegate tutte le differenze.


Tisane: differenza tra decotti, infusi e macerati

Tisane e infusi

Vi abbiamo parlato molto delle varie tipologie di tè, compreso il famoso tè matcha, un po’ meno delle tisane, ma in ogni caso entrambi sono considerati infusi. Con questo termine, per essere precisi, si indica una qualsiasi bevanda in cui, il termine lo suggerisce, vengono lasciate delle parti vegetali in infusione. Paradossalmente questa definizione si applica anche a fertilizzanti naturali fatti in casa, come quello di ortica, anche se in questo caso prima dell’utilizzo si aspetta che il composto si raffreddi.

Tisane e infusi

Macerato

Quando parliamo di macerati invece le cose cominciano a complicarsi: non si tratta più di una bevanda pronta in tempi ristretti come tè e tisane, ma di un liquido a base vegetale i cui ingredienti rimangono in acqua fredda tre i 2 e i 4 giorni, mescolando ogni tanto. Le singole cellule delle parti vegetali che impieghiamo si gonfiano assorbendo acqua fondamentalmente fino ad esplodere, in modo da rilasciare le sostanze benefiche nella bevanda.

Decotto

Il decotto si differenzia dai casi precedenti nella fase di preparazione. Tutte le preparazioni viste finora sono a base vegetale, ma cambia la cottura: nel decotto le parti vegetali vengono aggiunte quando l’acqua è ancora fredda e poi portata a ebollizione per circa 3 minuti, a seconda del risultato che si vuole ottenere e dei vegetali impiegati. Anche le dosi in questo caso possono variare, solitamente in base all’impiego.

macerato e tisane

A dirla tutta però tra infusi e tisane una differenza ci sarebbe, ed è una questione di tempi: la tisana rimane in infusione per pochi minuti in acqua bollente, mentre gli infusi hanno tempi che arrivano fino a diverse ore. Oggi comunque usiamo i termini come sinonimi, non preoccupatevi.

TOPIC infusotisane
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.