FitnessSalute

Sci, uno sport tutto salute e divertimento

Lo sci è lo sport invernale per eccellenza e permette di stare in salute divertendosi. Scopriamone insieme i benefici e prepariamo la valigia per partire.

Cosa c’è di meglio che una vacanza sugli sci per liberarsi dallo stress di tutti i giorni e guadagnarci in salute? Se quest’anno ne avete occasione prendetevi qualche giorno di pausa per immergervi nella natura e nel silenzio che solo le vette innevate sono in grado di darvi. Non ve ne pentirete. Sciare vi renderà più forti fisicamente e vi permetterà di stare per qualche ora a tu per tu con voi stessi.

Sci salute

Tutta salute!

Lo sci fa bene alla salute, per moltissimi motivi. Eccoli qui velocemente:

  • Previene le malattie cardiovascolari: l’hanno dimostrato diversi studi, sciare regolarmente abbassa il livello di colesterolemia, attenua l’ipertensione e, ovviamente, mantiene in linea. Tutti elementi fondamentali no?
  • Mantiene in allenamento il vostro cuore: mentre si scia si ha una frequenza cardiaca media che varia tra il 60% e l’80% della propria frequenza cardiaca massima. L’intervallo ottimale.
  • L’alta quota favorisce un veloce rinnovo del sangue e un miglior rifornimento di ossigeno nei tessuti infatti, sopra i 1.500 m, si alterano le condizioni di ossigenazione, con conseguente aumento di produzione di globuli rossi e di emoglobina nel sangue.
  • I bronchi ringraziano: se soffrite di rinite allergica o asma, la montagna è sicuramente un’ottima scelta. Non c’è niente di meglio che aria pura e pulita per voi.
  • Dà tonicità e aiuta a stare in forma: lo sci protegge le articolazioni e sostiene il loro apparato legamentoso, ma allo stesso tempo rinforza i muscoli e fa consumare energia. Arriverete a sera stanchi, ma avrete fatto molto movimento senza rendervene conto.
Sci uno sport tutto salute e divertimento

Umore al top

Praticare uno sport non significa solo mettere su massa magra o perdere i chili di troppo accumulati a Natale, attenzione. Se questo è il vostro unico obiettivo basta chiudersi tra le quattro mura di una palestra, in città. Sciare significa divertimento e dinamicità, ma anche avvicinarsi alla natura incontaminata e al proprio io più profondo, abbandonandosi ai propri pensieri e godendo della sempre più rara e preziosa assenza di rumore. Un lusso che in pochi oggi possono permettersi. Una volta provato non lo abbandonerete più.

Un gioco da ragazzi

Se siete dei principianti non vi allarmate, i primi giorni potreste avere qualche dolore, ma è tutto nella norma: essendo uno sport piuttosto anaerobico si ha una grande produzione di acido lattico che vi procurerà il tipico bruciore a gambe e glutei. Tenete conto inoltre che chi è alle prime armi avrà una spesa energetica maggiore poiché, sciando a spazzaneve, si opporrà all’aumento di velocità senza sfruttare l’accelerazione di gravità. Tranquilli: in poco tempo ve la farete amica e la sfrutterete a vostro vantaggio.

Dulcis in fundo, lo sci di fondo

Lo sci di fondo, rispetto a quello di discesa di cui abbiamo parlato fino ad ora, è molto meno praticato. Che sia per la minor dose di adrenalina che fornisce, o per la maggior fatica che richiede, a voi la scelta. Lo sci di fondo attiva moltissimi gruppi muscolari, specie quelli della schiena, del collo, pelvici e delle gambe. Inoltre aumenta la forza e la resistenza dell’apparato cardiovascolare, e la coordinazione nei movimenti. Questi ultimi sono sempre diversi, poiché ogni sentiero è una storia a sè, che permette di fare allenamenti sempre nuovi e stimolati per il proprio corpo.

sci di fondo

Per chi avesse qualche chilo di troppo è l’ideale: alto consumo calorico e minimi traumi muscolari e per le articolazioni. Perfetto no? Ultimo, ma non per importanza, ricordiamo anche in questo caso l’aspetto mentale: sciare su tortuosi sentieri, magari affiancati da un ruscello, oppure letteralmente nel mezzo del nulla, in compagnia di se stessi e del proprio fiato, è sicuramente un buon modo per passare qualche ora in maniera alternativa. Dunque, state ancora pensando di prenotare quella famosa vacanza al mare?

blank
Allegra di nome e di fatto, ho 22 anni, studio Scienze Gastronomiche e non so ancora cosa fare della mia vita se non girare il mondo per riempirmi gli occhi e la bocca di cose buone.