GastronomiaNutrizioneSalute

Non tutto il crudismo è uguale: 5 versioni della dieta raw

Quando parliamo di crudismo crediamo bene o male di sapere esattamente di cosa si tratta, eppure potrebbe essere un mondo più articolato di quanto possiamo immaginare.

Fruttariano, Vegano, Vegetariano, Onnivoro, Carnivoro. Da un polo all’altro sono queste le cinque strade del crudismo, della cosiddetta dieta raw, quella che vorrebbe per l’uomo una propensione agli alimenti non cotti. Abbiamo già parlato di questo tipo di alimentazione, ma questa volta trattiamo delle diverse tipologie di crudismo che esistono nel mondo e di cosa queste comportano. Non siete già curiosi?

Non tutto il crudismo è uguale: 5 versioni della dieta raw

Crudismo fruttariano

Partiamo da quello di cui abbiamo più scritto, la combinazione più naturale tra crudismo e frutta. La dieta in questo caso si basa sul consumo di frutta e frutti crudi, quindi ortaggi compresi, ma senza poter consumare altre parti edibili ma vitali delle piante. Nella vita di tutti i giorni crudisti e fruttariani tendono a convergere verso una dieta simile, con l’esclusione comune di succhi e marmellate, alcolici, compreso il vino, e persino condimenti come olio o aceto.

Crudismo vegano

Crudismo vegano

In questo caso la dieta si ampia e comprende uno spettro più ampio di possibilità, comprendendo tutti gli alimenti di origine vegetale che non abbiano subito trasformazioni. Non si consuma nulla che sia stato trattato a più di 40 C°. La teoria alla base è che gli enzimi naturali presenti negli alimenti siano danneggiati da qualsiasi tipo di cottura, fino addirittura a trasformarsi in tossine.

Crudismo vegetariano

La scelta diventa sempre più completa con questo tipo di crudismo, che include tutti i prodotti derivati dagli animali a patti che non vengano cotti e che non ne comportino la morte o sofferenze. Un esempio pratico: sono compresi miele e in generale i prodotti dell’alveare, ma anche latte e uova.

Crudismo vegetariano

Crudismo onnivoro

Arriviamo alla versione più completa della dieta crudista, dove viene preso in considerazione un ampissimo ventaglio di alimenti: si va dai fermentati a base di latte o pesce, ai piatti cosiddetti invecchiati come l’uovo centenario. Carne e frattaglie sono comprese, vale però la solita regola dei 40 C°. Sono due le diete più famose che rientrano in questa categoria, quella definita Primal Diet e la Paleo Diet.

Crudismo onnivoro e paleo dieta

Crudismo carnivoro

Forse quello più inaspettato, il crudismo carnivoro vuole il consumo prevalente di carne e grassi animali, con frutta e verdura invece molto limitati. Spesso è conosciuta come Raw Meat Diet, famosa per comprendere soprattutto carne cruda, le già citate frattaglie, uova non lavorate e frutti di mare. In particolare proprio questo tipo di dieta ricalca quelle di certe tribù di popolazioni indigene.

Fonti: wikipedia.org – thepaleodiet.com – thedailymeal.com – megliocrudo.it

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.