AmbienteEcologiaHot Topic

Le città del futuro avranno sempre più bisogno di biodiversità e biologico

Gli scienziati ne sono convinti: le città del futuro dovranno puntare sulla biodiversità e sul biologico per garantire un stile di vita più sano e sostenibile ai loro abitanti.

Le città del futuro non potranno fare a meno della biodiversità e, quindi, anche del biologico. La comunità scientifica concorda sulla necessità di porre l’attenzione anche sugli ecosistemi cittadini, fino ad ora non sempre presi in considerazione dalla ricerca. Tuttavia, anche a livello urbano, un ecosistema sano e in equilibrio si traduce in vantaggi per gli abitanti.

città futuro biodiversità biologico

La sfida delle città del futuro green e sostenibili

Le città del futuro dovranno guardare alla biodiversità e al biologico come valori centrali su cui basare il proprio sviluppo. Le zone fortemente urbanizzate non potranno più essere escluse, o considerate entità estranee, dal bilancio ecologico di un’area. Dovranno invece integrarsi come parte viva degli ecosistemi, così da poter garantire maggiore salute e sicurezza agli abitanti, umani e non. Le zone verdi saranno la chiave dell’urbanistica di domani: a partire dai tradizionali parchi, fino ai tetti verdi; tutte soluzioni funzionali alla biodiversità. Necessario in tal senso risulterà puntare sulle specie vegetali autoctone, così da sostenere anche l’attività degli impollinatori, alla base dell’intero ecosistema.

Green, sostenibili e produttive, le città del futuro potrebbero doversi produrre il nutrimento da sé. È possibile che le coltivazioni urbane diventino presto una necessità o, nel caso migliore, semplicemente una buona abitudine. Ottime per l’ottimizzazione dello spazio e del dispendio di risorse, potranno essere più facilmente biologiche perché più controllabili e meno soggette agli eventi atmosferici. Una città verde garantisce inoltre una maggiore pulizia dell’aria e dell’acqua, meno soggette a inquinanti nocivi.


Alcuni esempi virtuosi sono visibili già oggi, come Toronto in Canada la quale sta sviluppando una serie di incentivi per la creazione di una certa percentuale di tetti verdi in città. Ma anche Monaco di Baviera dove anche la gestione delle aree verdi è naturale grazie all’ausilio di un gregge di pecore per rasare e fertilizzare i prati.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.