Carne & SalumiFoodScienza

Il manzo wagyu sarà prodotto anche in laboratorio

Considerato tra i più prestigiosi al mondo, il manzo wagyu ora potrà venire cresciuto in laboratorio grazie ad un nuovo accordo.

Il manzo wagyu è tra le carni più pregiate del pianeta. Se voleste assaggiarne una bistecca, preparatevi alla mazzata. Un chilo di manzo wagyu può arrivare a costare fino a 500 euro al chilo. Merito della particolarità della carne ricca di grassi insaturi che ne denota la la caratteristica venatura «marmorizzata». Particolarmente tenera e gustosa, è annoverata tra le prelibatezze più bizantine, destinate non certo al pranzo di tutti giorni.

Manzo wagyu presto in laboratorio

Manzo wagyu presto in laboratorio

Il manzo wagyu deriva da una specifica razza di bovini giapponesi. L’allevamento è soggetto un rigidissimo disciplinare sulle tecniche di riproduzione e alimentazione dell’animale. E, a quanto pare, potrà venire prodotto in laboratorio. Toriyama, uno tra i produttori principali di wagyu giapponese, ha infatti stretto un accordo con JUST un’azienda specializzata nella crescita di carne in provetta. Il prezzo stratosferico del wagyu è dovuto non solo alla qualità e particolarità della carne ma, soprattutto, dalla limitatissima produzione. L’obiettivo dei giapponesi è quello di portare il manzo wagyu anche a coloro che al prezzo attuale di centinaia di euro al chilo, non potrebbero permetterselo.

Il manzo wagyu sarà prodotto anche in laboratorio

Non sarà certo una impresa facile, fanno sapere dal Giappone. Soprattutto replicare esattamente la marezzatura nella carne cresciuta in laboratorio pare una impresa titanica ma, i due produttori paiono ottimisti. In attesa del successo scientifico resta da vedere quello commerciale. Nonostante le rassicurazioni sulla sicurezza per la salute e un acceso confronto sul nome da attribuire al prodotto, i consumatori paiono ancora diffidenti verso la carne artificiale. Forse la possibilità di assaggiare uno tra i manzi più pregiati delle Terra a un prezzo umano potrebbe spingere qualcuno a compiere definitivamente il passo e assaggiare la carne prodotta in laboratorio, anche se non si tratta proprio del prodotto originale quanto piuttosto di una sua «replica».

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.