NutrizioneSaluteScienza

Pochi grassi Vs pochi carboidrati

Nella sfida tra pochi grassi e pochi carboidrati chi vince nel farci perdere pancia più velocemente? Secondo uno degli ultimi studi pubblicati, nessuno dei due.

Potrebbe essere la resa dei conti tra diete con pochi grassi e quelle con pochi carboidrati: uno studio condotto su oltre 600 individui, monitorati per un periodo di quasi un anno, avrebbe raccolto dati sufficienti per arrivare ad una conclusione: se volete perdere peso le due diete risultano praticamente identiche. Ma cosa è stato dimostrato di preciso e come?

Pochi grassi Vs pochi carboidrati

Pochi grassi Vs pochi carboidrati

Per fare uno studio significativo in questo ambito c’è bisogno di raggiungere tre obiettivi: reclutare un numero sufficiente di persone, monitorarle per un lungo periodo di tempo e controllare con attenzione che la dieta assegnata sia seguita con attenzione. Il Dr. Christopher Gardner della Stanford University ha centrato tutti e tre questi risultati, con l’aiuto del US National Institutes of Health e della Nutrition Science Initiative.

Pochi grassi Vs pochi carboidrati

La cosa interessante ovviamente sono i risultati: le due diete, quella povera di carboidrati e quella povera di grassi, hanno fatto segnare esattamente lo stesso risultato. Più precisamente, dopo 12 mesi di dieta i partecipanti avevano perso in media 5,3 chilogrammi con un’alimentazione scarsa di grassi e 6,0 chilogrammi con quella scarsa di carboidrati. Questa differenza però non è stata reputata abbastanza significativa da essere presa in considerazione dagli scienziati.

D’altra parte entrambi i regimi alimentari hanno fatto registrare un miglioramento in molti «marker» della salute come l’indice di massa corporea, la percentuale di grasso corporeo, il girovita, pressioni sanguigna e livelli di glucosio e insulina nel sangue. Tutte e due le diete hanno fatto registrare un generale miglioramento della salute, insomma, e anche sul fronte peso sembrerebbero funzionare bene. Non vi resta che decidere in base agli alimenti a cui non vorreste proprio rinunciare, quindi ricordatevi: non esiste una dieta in assoluto migliore.

Fonte: examine.com

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

TOPIC dieta
Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.