FoodFrutta & Verdura

Frutta e verdura in polvere, cresce la domanda

Trend in crescita per la domanda di frutta e verdura in polvere. Sempre più utilizzata come ingrediente per aggiungere nutrienti, sapore, colore e consistenza sia ai piatti che alle bevande.

La domanda per frutta e verdura in polvere è in crescita a livello mondiale. Secondo l’agenzia di ricerca di mercato Markets and Markets  il trend è in crescita con sempre più produttori a livello mondiale che fanno ricorso al particolare ingrediente. Queste polveri sono sempre più utilizzate in prodotti confezionati, prodotti da forno, latticini e bevande. La crescita è particolarmente forte in Europa.

Trend in crescita per frutta e verdura in polvere

Trend in crescita per frutta e verdura in polvere

I  consumatori sono sempre più attenti alla loro alimentazione. La richiesta di sempre più prodotti naturali contenenti vitamine e minerali, sta letteralmente facendo esplodere il mercato della frutta e verdura in polvere con molti produttori a livello internazionale che ricorrono al particolare ingrediente per modificare la natura dei propri prodotti e dargli una diversa immagine sul mercato.

Secondo Markets and Markets la crescita annuale è di circa il 6% e il mercato di frutta e verdura in polvere rappresenterà qualcosa come 200 miliardi di euro nel 2022. La domanda è particolarmente forte in Europa che rappresenta il mercato più grande ma, secondo le previsioni anche Asia e Oceania avranno una forte crescita nei prossimi anni al pari della crescita della disponibilità finanziaria delle popolazioni e della maggiore attenzione alla salute alimentare.

Gli utilizzi di frutta e verdura in polvere

Gli utilizzi di frutta e verdura in polvere

La frutta e la verdura in polvere può essere utilizzata in diversi modi. L’utilizzo più comune è quello di modificare il sapore di un prodotto di base come lo yoghurt ma sempre più produttori utilizzano questo tipo di ingredienti per aggiungere colore e per aggiungere le proprietà nutritive della frutta o della verdura di partenza al prodotto finito. Tra le verdure più usate ci sono ad esempio gli spinaci e il cavolo kale mentre tra la frutta più richiesta vede in testa fragole, mirtilli, bacche di goji e melograno.

Frutta e verdura in polvere: cresce la domanda

I prodotti in polvere aiutano certamente ad aumentare l’assunzione di frutta e verdura da parte dei consumatori ma, possono essere anche uno strumento per la riduzione degli sprechi di cibo. Molti di questi prodotti infatti arrivano da frutta e verdura con imperfezioni che sarebbe altrimenti difficile da vendere. Per molti tuttavia frutta e verdura in polvere rappresentano una ottima opportunità per garantire l’assunzione minima necessaria. Secondo l’Eurostat infatti solo il 14% degli europei assume la quantità giornaliera raccomandata di vegetali mentre addirittura il 15% proprio non consuma frutta o verdura durante l’arco della giornata.

blank

Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.