Dolci & PasticceriaFood

Farina di cocco, come farla in casa

Ricca di proteine, nutriente e senza glutine la farina di cocco può essere preparata a casa in pochi semplici passaggi.

La farina di cocco è incredibilmente nutriente e può essere utilizzata in diverse preparazioni, e non solo per dolci. La farina di cocco è particolarmente favorita da chi segue una dieta chetogenica perché consente la sostituzione di un alimento ricco di carboidrati come la farina di grano con uno ricco di proteine e le fibre. La farina di cocco già pronta può essere costosa, fortunatamente si può preparare in casa facilmente.

Cos’è la farina di cocco?

Cos’è la farina di cocco?

Si tratta di una farina soffice e senza grani ottenuta dalla polpa del cocco essiccata. Generalmente la farina di cocco è considerata un sottoprodotto della produzione del latte di cocco. Dopo che polpa del cocco viene pressata per ottenere il latte, viene lasciata seccare fino a togliere interamente la presenza d’acqua. Per l’essicazione in casa è possibile utilizzare un forno a microonde impostandolo a bassa potenza.

Rispetto all’olio o alla polpa cruda, la farina di cocco contiene una quantità inferiore di grassi saturi, che rimangono tuttavia la maggioranza degli acidi grassi presenti ed è quindi poco indicata per chi ha problemi di colesterolo. Questo tipo di farina inoltre è ricco di fibre e sali minerali come potassio e ferro. Come detto, è indicata per chi vuole ridurre l’assunzione di carboidrati rispetto alle farine normali. Attenzione tuttavia perché è generalmente molto ricca di grassi. Se invece non siete interessati alla dieta, la farina di cocco, così come l’olio, viene utilizzata anche per la cura dei capelli sfibrati e della pelle secca.

Farina di cocco come farla in casa

Come farla in casa

Tutto ciò di cui si ha bisogno per preparare la farina di cocco in casa è almeno un cocco maturo e un litro d’acqua.

Il primo passo è lasciare seccare il cocco prima di aprirlo. Una volta aperto, rimuovete la polpa dal guscio esterno con un coltello. Se vi sentite in vena di esperimenti, potete lasciare il cocco in freezer per una decina d’ore e successivamente colpire il guscio con un martello: questo vi consentirà di separare la polpa molto più facilmente!

Una volta ripulita dal polpa bianca dalla buccia interna, rompetela in piccoli pezzi e poi frullatela in un frullatore assieme ad un litro d’acqua ad alta velocità. Assicuratevi che acqua e cocco siano omogenei, se fate fatica a frullare potete aggiungere più acqua. Una volta che avrete ottenuto una consistenza cremosa, smettete di frullare.

Farina di cocco in casa

Lasciate riposare la pasta per qualche minuto e successivamente filtratela per separarla dall’acqua. Potete usare un filtro a borsa fine oppure semplicemente un panno pulito.

Per essiccare la polpa disponetela su una teglia con carta da forno. Potete usare un forno tradizionale oppure anche un forno a microonde. L’importante è tenere la temperatura bassa per evitare di bruciare il cocco. L’ideale è attorno ai 60°C per 45 minuti.

Farina di cocco farla in casa

Una volta seccata, frullate nuovamente la polpa con un frullatore per un paio di minuti, questa volta senza aggiungere acqua per ottenere una farina.

La farina così ottenuta è farina di cocco che può essere usata per fare pane, dolci e tante altre ricette. La sua consistenza tuttavia è differente rispetto alle farine tradizionali e il suo utilizzo può richiedere una maggiore attenzione quando la sia usa come ingrediente.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.