FoodGastronomia

Cucina orobica all’origine della gastronomia bergamasca

Avete mai provato la cucina orobica? Non si tratta d’altro se non della gastronomia bergamasca, e in generale quella che caratterizza la zona a Nord di Bergamo che insiste sulle Alpi Orobie.


La cucina orobica è un concentrato di sostanza e sapore, nata sulle pendici delle Alpi Orobie per resistere ad un clima rigido e freddo. Da lì ad arrivare alla gastronomia bergamasca il passo è relativamente breve: carni, salumi, polenta, risotti, casoncelli, in un tripudio di piatti perfetti per superare l’inverno. Non siete curiosi di saperne qualcosa di più?

Cucina orobica all origine della gastronomia bergamasca

Tradizione con originalità

Come anticipato la cucina bergamasca – o cucina orobica, se si vuole essere più precisi – si sviluppa sulle solide basi degli ingredienti semplici, come gli sfarinati e la cacciagione. Uno dei piatti più emblematici da questo punto di vista è sicuramente polenta e osei, nonostante non sia esclusivamente di dominio bergamasco. Pochi ingredienti, esecuzione relativamente semplice ma che richiede pazienza, sapori decisi e tanta sostanza: cosa si può chiedere di meglio?

Cucina orobica all origine della gastronomia bergamasca

Da un po’ di anni si parla anche di «risotto alla bergamasca», che vorrebbe riuscire ad agguantare la stessa notorietà del risotto alla milanese. Gli ingredienti chiave però, al posto del milanese zafferano, sarebbero la salsiccia e il taleggio.

Cucina orobica all origine della gastronomia bergamasca

Ma non finisce certo qui. A Bergamo si impasta anche, basti pensare al famoso casoncello, la cui paternità è litigata con la vicina Brescia, è un altro manicaretto da non sottovalutare. Brodo caldo, impasto sottile e ripieno saporito, sembra fatto apposta col pensiero di una fredda serata invernale. Il clima che circonda la città sembra perfetto anche per la stagionatura dei formaggi, e infatti in provincia è un tripudio di prodotti caseari con tanto di 9 DOP, record tra le province italiane: Formai de Mut, Taleggio, Bitto, Grana Padano, Gorgonzola, Quartirolo Lombardo, Provolone Valpadana, Salva Cremasco e lo Strachitunt.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.