NutrizioneSalute

Cos’è il glutine e perché la celiachia è così grave?

Sapete cos'è il glutine e perché la celiachia è così grave? Si sente sempre più parlare, più male che bene a dirla tutta, del glutine, ma non tutti sanno esattamente di cosa si tratta.


Cos’è il glutine e perché la celiachia è così grave? Queste sono le due domande che un buon consumatore, ultimamente, si sta facendo sempre più spesso. Non è facile individuare una risposta univoca sull’argomento, soprattutto per quello che riguarda la celiachia, basti pensare che in Italia ci dovrebbero essere circa 400.000 individui inconsapevolmente affetti da questa malattia. Cerchiamo di fare chiarezza su questi due temi.

Cose il glutine e perche la celiachia e cosi grave

Cos’è il glutine?

Il glutine viene definito un «complesso proteico». Nutrizionalmente ha un valore quasi trascurabile, ma è fondamentale nella lavorazione degli impasti. È formato da due diverse proteine, la gliadina e la glutenina, che una volta lavorate meccanicamente assieme all’acqua danno origine alla maglia glutinica, composta appunto da glutine. Queste due sostanze sono presenti in:

Cose il glutine e perche la celiachia e cosi grave
  • Avena
  • Farro verde
  • Farro dicocco
  • Segale
  • Orzo
  • Frumento
  • Kamut
  • Triticale

Non le contengono invece cereali come:

  • Riso
  • Mais
  • Miglio
  • Grano saraceno
  • Manioca
  • Amaranto
  • Sorgo
  • Quinoa
Cose il glutine e perche la celiachia e cosi grave

Cos’è la celiachia e perché è così grave?

Di per sé questa sostanza non dà problemi alla maggior parte della popolazione, ma in individui particolarmente sensibili può scatenare un’infiammazione cronica dell’intestino tenue. Normalmente è genetica, trasmessa dalla famiglia, ed è considerata tecnicamente un’intolleranza permanente al glutine, non una vera e propria malattia.

La celiachia è così grave perché attualmente, pur non essendo mortale, non può essere curata, ma solo tenuta a bada con una dieta che escluda in toto i prodotti che contengono questa proteina. Un altro motivo per cui questo disturbo è considerato.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.