FoodFrutta & Verdura

Cosa sono gli agretti e come si usano in cucina

Sapere cosa sono gli agretti, o barbe di frate, scoprendo come si usano in cucina vi darà l’opportunità di aggiungere un semplice e gustoso contorno a tavola, e non solo quello.

Sapete cosa sono gli agretti? È possibile che li abbiate già usati in cucina, magari con il nome di barba di frate, senape dei monaci o barba del Negus, in particolare nel periodo primaverile. Si tratta di un ottimo contorno, che però si può facilmente trasformare in preparazioni più sfiziose, come il pesto.

cosa sono agretti
Foto di EatSmarter

Cosa sono gli agretti

Come abbiamo anticipato gli agretti sono conosciuti in Italia con diversi nomi: in Romagna li conoscono come lischi, diventano riscoli o arescani in Umbria. Rimane il fatto che in tutto il paese sono bene o male conosciuti come barbe di frate per via della loro forma allungata, simile, una volta raccolti, proprio ad una barba.

Il nome botanico è salsola soda, una pianta che appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, e che nasconde un passato legato alla produzione, che ci si creda o meno, di vetro. Questa pianta infatti veniva fatta bruciare, così da liberare una gran quantità di carbonato di sodio utile appunto ai vetrai di Murano per le loro composizioni artistiche. È una pianta annuale che non cresce eccessivamente di dimensione, ed è relativamente comoda da tenere in un orto domestico.

agretti

Come usare gli agretti in cucina

Usare gli agretti in cucina è un ottimo modo per approfondire un’interessante storia gastronomica: questo ingrediente era infatti uno dei preferiti da preparare durante lo Shabbat, tipico della cultura ebraica. Si trattava infatti di un ortaggio povero ma saporito, di nicchia, conosciuto in primo luogo dai nostri contadini.

Ecco alcune idee per usare gli agretti in cucina: vengono preparati in forma di insalata, vanno semplicemente scottati in pentola, per poi essere raffreddati con acqua fredda corrente per impedire un’eccessiva cottura, così da mantenere intatte tutte le proprietà nutritive. Basta condirli con un filo d’olio e un po’ di limone fresco, assieme ad un pizzico di sale.

In alternativa possono essere utilizzati per insaporire una frittata, dando il meglio quando combinati con speck e parmigiano. Potete anche provare a usarli per condire una pasta assieme a del pomodoro fresco e basilico, oppure, sempre parlando di pasta, un’idea gustosa e creativa è quella di preparare un pesto, combinando gli agretti con le mandorle.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.