FoodGastronomia

Consigli per sfumare con il vino

Esistono diversi consigli per sfumare con il vino e ottenere piatti perfetti e gustosi: questa tecnica, sfruttata in cucina in maniera diversa a seconda della ricetta, può veramente trasformare un piatto.

Basta seguire alcuni consigli per sfumare con il vino e cucinare con questo ingrediente diventerà semplice e molto gratificante. Questa tecnica è ampiamente utilizzata nella cucina italiana, ma ha molte declinazioni diverse a seconda della ricetta: scegliere la bottiglia giusta, il momento più opportuno per aggiungerlo, la temperatura della padella, sono tutti dettagli di cui un buon cuoco dovrebbe tenere conto.

Cosa vuol dire sfumare con il vino

Prima di cominciare con i consigli per sfumare con il vino è bene avere in mente cosa si intende, precisamente, con questa tecnica. Si tratta di aggiungere la bevanda alcolica, normalmente, verso la fine della cottura di una pietanza.

Consigli sfumare vino
Foto di Advanced Mixology

Solitamente si sfrutta il vino per la preparazione di carne, pesce, risotti, sughi e salse, soprattutto per la capacità di «sciogliere» i grassi negli alimenti. Detto questo, passiamo ai veri e propri consigli per sfumare con il vino.


Scegliere vino di qualità

Dedicarsi all’acquisto della bottiglia giusta è sicuramente tra i consigli per sfumare con il vino più importanti: molti pensano che si possa utilizzare un qualsiasi varietà, ma la verità è che un vino di qualità si sente, anche quando viene utilizzato per sfumare gli ingredienti di una ricetta. Detto questo, però, è bene tenere a mente che le proprietà organolettiche di un vino vengono alterate dall’unione con altri sapori e con il calore, motivo per cui è bene non esagerare con etichette troppo pregiate, che meritano di essere gustate da sole.

Vino rosso o bianco?

In questo caso i consigli per sfumare con il vino dipendono strettamente dalla ricetta e dagli altri ingredienti. Ci sono ovviamente delle linee guida: solitamente la carne vuole un vino rosso, mentre è più facile che il pesce preferisca un bianco. Per le salse ovviamente dipende dal colore che si vorrà ottenere alla fine e agli altri sapori che si vogliono esaltare. Tenete presente che è sempre un’ottima idea portare a tavola la stessa varietà di vino impiegata per cucinare, in modo da accompagnare il pasto in maniera armoniosa.

vino rosso bianco

Caratteristiche del vino per sfumare

È molto importante scegliere la bottiglia giusta in base all’alimento che si sta cucinando, non basta semplicemente distinguere tra rosso o bianco. Tra i consigli per sfumare con il vino si deve tenere conto che le etichette più robuste accompagnano alla perfezione carni più saporite, mentre vini più morbidi si sposano con tagli più delicati. I vini con un’acidità più spiccata si sposano meravigliosamente con le carni più grasse, così come le bottiglie con un tannino più sostenuto sono perfette per sfumare stufati che sostengono lunghe cotture.

Temperatura ed evaporazione

A meno di preparazioni particolari, che richiedano un sentore deciso di vino, solitamente la componente alcolica di un vino viene fatta evaporare completamente durante la cottura. Per questo motivo tra i consigli per sfumare con il vino c’è quello di aspettare sempre che la pentola dove dovrete versare la bevanda sia rovente. Il calore aiuterà l’alcol a disperdersi velocemente, senza dover aspettare tempi eccessivamente lunghi che potrebbero liberare delle note amare poco piacevoli.

TOPIC cucinavino
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.