FoodFormaggi & Latticini

Conservare la mozzarella in frigorifero, o no?

Siete sicuri che conservare la mozzarella nel frigorifero sia il modo migliore di trattare il formaggio? Ecco cosa dicono gli esperti a riguardo.

Per conservare la mozzarella, il frigorifero è considerato da molti la soluzione migliore, ma è meglio cominciare a pensare che ci sbagliamo. La sfida è tra chi preferisce andare sul sicuro e chi invece non può rinunciare a magiarla al meglio. La pratica più corretta però potrebbe essere una via di mezzo.

Conservare la mozzarella in frigorifero

Mozzarella: in frigo o non in frigo

La mozzarella, soprattutto quando si tratta della Mozzarella di Bufala Campana d.o.p., è un prodotto su cui si può scherzare poco. Proprio per questo la diatriba sulla sua conservazione è parecchio aperta, con due schieramenti agguerriti: da una parte c’è chi non metterebbe mai la mozzarella in frigo, consapevole del fatto che dopo la produzione andrà mangiata entro 4 giorni, non di più; e c’è chi preferisce metterla comunque in frigo, perché si conservi al meglio.

Mozzarella in frigo o non in frigo

Conservare la mozzarella: parola agli esperti

Alla fine, come ogni cosa, il modo migliore di comportarsi è usare la testa: la mozzarella è un formaggio vivo, pertanto deve essere trattato con attenzione. In estate, soprattutto nelle zone più calde, è comunque meglio optare per il frigorifero, andando sul sicuro. Ma in inverno, quando la temperatura a casa non è eccessiva e il consumo avviene a brevissimo tempo dalla produzione, si può optare per lasciarla anche fuori. In ogni caso, per nessun motivo deve essere privata del suo liquido di governo e deve essere consumata nel più breve tempo possibile.

Se volete sposare i lati positivi di entrambe le filosofie, comunque, l’opzione migliore è metterla in frigo e ricordarsi di toglierla almeno mezz’ora prima del suo consumo. Sempre secondo gli esperti un buon modo di procedere è metterla nell’acqua calda 15 minuti prima del servizio.

TOPIC Mozzarella
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.