FoodGastronomia

Come cucinare i funghi porcini

Imparare a cucinare i funghi porcini non è difficile, ma ci sono molte ricette da sperimentare che richiedono un po’ di tempo per essere padroneggiate al meglio. Ecco cosa dovete sapere.

Cucinare i funghi porcini non è complicato, ma occorre un po’ di esperienza ai fornelli per prepararli alla perfezione. Tanto più che di ricette con i porcini ne esistono moltissime, l’unico limite, è proprio il caso di dirlo, è la fantasia. Detto questo, però, ci sono alcuni metodi di preparazione che si prestano per essere integrati con altri piatti, come cucinare i funghi porcini trifolati, che possono essere integrati a molte ricette diverse.

cucinare funghi porcini

Funghi porcini trifolati

Una delle preparazioni più famose, trifolare i funghi è un ottimo modo per esaltarne il sapore naturale senza distrarre il palato con altri aromi. In più, cucinare i funghi porcini in questo modo è il modo migliore per prendere dimestichezza con questo ingrediente. In ogni caso dovrete semplicemente mettere un filo d’olio in padella, aggiungere dell’aglio schiacciato – e, se preferite, privato dell’anima – e infine i funghi porcini tagliati a fette.

Tenendo la fiamma bassa si prosegue con la cottura per circa 10 minuti, aggiungendo poco prima della fine una buona manciata di prezzemolo trifolato. Se utilizzerete questa ricetta come contorno dovrete servirli molto caldi, in alternativa potete usarli per preparare ricette più complesse: sono ottimi, per esempio, per condire un piatto di pasta o della polenta, ma anche per preparare una torta salata.


Funghi porcini alla griglia

Questa ricetta, ideale per cucinare i funghi porcini in estate, è un’altra preparazione molto semplice, perfetta per portare in tavola un contorno originale. Per questa ricetta però è necessario avere a disposizione dei funghi molto grandi, visto che sul fuoco andranno messe solo le cappelle, almeno di 8 cm di diametro. La prima cosa quindi è separare il gambo, che potrete riutilizzare in un’altra ricetta, per esempio una salsa.

funghi porcini griglia

Nel caso abbiate solo funghi di piccola dimensione, potrete tagliarli a metà cucinandoli interi. A questo punto non serve altro che incidere la parte più esterna del fungo, inserendo aglio, erbe aromatiche e anche un po’ di limone, se piace il sapore. Una volta posizionati sulla griglia è bene tenerli vicino alle braci inizialmente, per poi proseguire la cottura più distanti. Alla fine, prima di servirli, sono perfetti con un filo di olio crudo o un po’ di burro.

Funghi porcini fritti

Cucinare i funghi porcini fritti è un piacere da provare almeno una volta nella vita, la ricetta non è nemmeno così complicata. Si comincia riducendo le cappelle dei funghi in fette di un certo spessore, poco più di mezzo centimetro, e si asciugano un po’ passandole su della carta assorbente. A questo punto li si passa nella farina, scrollando l’eccesso in un piatto, per poi immergerle velocemente nell’olio bollente. Saranno croccanti e saporiti, da condire semplicemente con un po’ di sale.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.