FoodPane & Pasta

Ci vuole il guanciale o la pancetta nell’amatriciana?

La domanda del secolo: ci vuole il guanciale o la pancetta nell'amatriciana? Non solo abbiamo la risposta per voi, ma sta volta vi spieghiamo anche il perché della scelta.


Tutti conosciamo l’amletico dilemma: ci vuole il guanciale o la pancetta nell’amatriciana? Per quanto le nostre mamme o nonne preparassero questo piatto con la pancetta, decisamente più reperibile ed economica del guanciale, è quest’ultimo l’ingrediente originale del piatto. Ma se il mistero è almeno in parte risolto manca da capire il perché di questa scelta. Voi credete di saperlo?

ci vuole il guanciale o la pancetta amatriciana

Perché è meglio il guanciale

Ci sono due ragioni principali per cui è meglio usare il guanciale, e entrambe fanno riferimento alle caratteristiche organolettiche di questo salume. Da una parte infatti è fondamentale la consistenza che il guanciale mantiene durante la cottura: questo taglio è composto da una parte magra, il muscolo, e da una parte grassa nobile. Viene considerata di particolare pregio perché la masticazione comprime il grasso facendolo diventare perfetto per la rosolatura, a differenza di quello della pancetta. In effetti vi abbiamo spiegato per filo e per segno la differenza tra guanciale e pancetta in un articolo dedicato all’argomento, provate a darci un’occhiata

ci vuole il guanciale o la pancetta amatriciana

Anche dal punto di vista del sapore però c’è molta differenza: il guanciale subisce una speziatura molto più complessa e articolata rispetto alla pancetta, procedimento che dona all’insaccato una delicatezza e dei profumi unici. Per questo il taglio della guancia deve ritagliarsi il giusto posto in un primo piatto come la pasta all’amatriciana. Aglio, salvia e rosmarino contribuiscono assieme alla stagionatura a rendere il salume unico nel suo genere per l’impiego nel piatto di pasta.

Ci vuole il guanciale o la pancetta nella amatriciana

Ma non è finita qui in realtà. Non molti sanno infatti che esiste un guanciale amatriciano, prodotto proprio nelle zone di amatrice, e che per sfruttarlo al massimo nelle ricette non deve essere tagliato a cubetti ma a strisce sottili. In questo modo in ciascun boccone ci sarà il giusto equilibrio tra parte magra e grassa. Cosa può esserci di meglio?

TOPIC pasta
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.