FoodGastronomia

Capitone: un piatto tipico del Natale napoletano

Il capitone è una ricetta immancabile sulle tavole partenopee e, più in generale, di tutto il sud Italia. Ma sapete perché la tradizione dice di mangiare il capitone la vigilia di Natale?

Quando si parla di festività, a tavola è la tradizione a farla da padrona e in nessun posto come nel sud Italia è così sentita. Ecco perché il capitone da sempre è presente sulla tavola della vigilia del Natale napoletano, cucinato in modi diversi a seconda delle famiglie, ma servito preferibilmente in umido, arrosto, marinato o fritto.

Capitone Natale

Abbiamo già visto qual è la differenza tra anguilla e capitone, identificando quest’ultimo come la femmina dell’anguilla. Chiamata così per via della testa grande, capa per l’appunto, ha una lunghezza che può arrivare al metro, metro e mezzo e pesare anche 6 kg. Sebbene in via di estinzione per via della pesca eccessiva, il capitone è poco sensibile all’inquinamento e per questo è possibile trovarlo un po’ ovunque, anche nei fiumi più inquinati.

Come si mangia il capitone a Natale?

Abbiamo detto che il capitone è un piatto tipico del Natale napoletano, ma non tutti sono a conoscenza delle diverse ricette e preparazioni in cui si può trovare: una delle preparazioni più famose nel periodo natalizio è il capitone marinato, una ricetta semplice ma che richiede ben 48 ore di lavorazione, lasciando il pesce immerso in olio, aceto, aglio, salvia e scorza di arancia, dopo una rapida cottura di appena 30 minuti in padella, assieme ad una buona quantità di cipolle.

Un altra preparazione molto apprezzata alla vigilia del Natale napoletano è il capitone arrosto: in questo caso la marinatura va eseguita prima della cottura, che dà il meglio di sé a fuoco vivo, ma può anche essere eseguita al forno, a circa 200° gradi. Prima della cottura il pesce va diviso in tranci e poi messo su spiedi di legno, può essere alternato con foglie di salvia o sottili fette di limone. Infine c’è il capitone fritto, un’altra preparazione relativamente semplice  i cui avanzi possono essere preparati in carpione, con l’aggiunta di abbondante aceto e alloro.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.