AttualitàLifestyle

Cannabis in cucina: il trend arriva nell’alta ristorazione

Portare la cannabis in cucina, soprattutto nell’alta ristorazione, è una vera sfida, e la chef Andrea Drummer non si è tirata indietro.

La cannabis in cucina, nei paesi dove è legalizzata, trova sempre più spazio, anche nell’alta ristorazione. Ne è una prova inequivocabile la recente apertura della chef Andrea Drummer, il Lowell Cafe, dove la marijuana biologica incontra amuse bouche con nachos vegane a base di cavolfiore e una leggera cioccolata di ispirazione messicana. Lei non solo ha messo a punto un menù d’eccezione, ma anche selezionato la cannabis da utilizzare in cucina.

Cannabis in cucina
Foto da Instagram / canna_queen71

L’idea della cannabis in cucina secondo la chef Andrea Drummer

Come si è arrivati a vedere la cannabis in cucina, soprattutto quella di ristoranti blasonati ed esclusivi, quando in alcuni parti del mondo questa sostanza è ancora molto stigmatizzata? L’idea della chef Andrea Drummer ha iniziato a prendere forma con un progetto portato avanti con la collaborazione di Spotify chiamato Breaking Bread, in cui la cuoca metteva a punto un menù a base di cannabis da servire ad una serie di ospiti speciali.

Confrontandosi con quell’ambiente, venendo in contatto con tutta una serie di varietà e tipologie diverse di cannabis, la chef Andrea Drummer ha cominciato a impratichirsi con questo ingrediente. In più spesso i personaggi presenti allo show erano del mestiere, e portavano cannabis che loro stessi coltivavano con brand diversi.

Quello che notò la cuoca però è che spesso utilizzare la cannabis in cucina era molto diverso da mettere le mani su quella che si consuma abitualmente fumando: quest’ultima tende ad avere un odore e ancora di più un sapore molto intenso, al punto da non prestarsi bene per molti piatti.

Da qui l’idea di creare una varietà di cannabis biologica perfetta per la cucina, così da avere l’ingrediente giusto per creare un menù davvero degno dell’alta ristorazione. Le cose però, a questo punto, si sono fatte complicate: la chef Andrea Drummer non voleva solo un posto dove poter servire il suo cibo a base di marijuana, ma anche un posto dove i clienti potessero provare la sua varietà nel modo più «classico».

Ci sono voluti più di tre anni prima che a West Hollywood le rilasciassero un permesso per l’apertura di questo locale, ma all’inizio del 2020 Lowell Cafe ha aperto i battenti, accogliendo una clientela fatta di persone di ogni tipo. Uno dei vanti della chef Andrea Drummer è di aver accolto molte persone curiose, che aspettavano il momento giusto per avvicinarsi a questo mondo, e grazie alla cannabis in cucina hanno potuto ampliare i propri orizzonti.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.