AmbienteEcologia

Biologico sì, ma di stagione: la ricetta per aiutare l’ambiente

Il biologico è sano e sostenibile, specialmente se di stagione! Il bio da solo potrebbe non bastare per essere certi di un basso impatto ambientale.

La sostenibilità è uno dei vantaggi associati al biologico, purché sia di stagione. Frutta e verdura possono essere certificate bio ma seguire un ciclo di vita, dalla terra alla commercializzazione, che non risulta particolarmente green, specie se non si considera la stagionalità e la provenienza.

biologico di stagione

Biologico di stagione, la scelta più sostenibile per l’ambiente

Perché dovremmo scegliere biologico di stagione? Oggi, nel bene e nel male, è possibile accedere pressoché a qualsiasi tipologia di frutta e verdura in tutti i periodi dell’anno in ogni area del mondo. Non è un segreto che i vegetali che tutti i giorni finiscono sulle nostre tavole vengano spesso importati o abbiano subito un processo di congelamento. Questa è la principale ragione. La frutta bio con cui terminiamo i nostri passi potrebbe aver attraversato l’Atlantico nella stiva di una nave, per poi arrivare nelle nostre case. Nello stesso modo potrebbe essere stata conservata fino al momento della vendita in celle frigorifere industriali.

biologico di stagione ambiente

LEGGI ANCHE: Il biologico è un modo di vivere, non un business

Entrambi i processi, se si vuole affrontare la questione dal punto di vista dell’ambiente, non risultano tra i più ecologici, specialmente se si considera la possibilità di acquistare biologico di stagione e, dove possibile, a Km 0. Chiaramente il discorso non vale per tutta la frutta e per tutta la verdura bio, ma in alcuni casi si tratta solo di fare attenzione. In particolar modo il nostro paese offre una grande varietà di frutta e verdura nel corso dell’anno, ma voler consumarne una certa tipologia fuori stagione significa matematicamente o consumare un vegetale prodotto in una coltivazione in serra o un prodotto di importazione. Scegliere biologico di stagione di stagione, con una provenienza quanto più ravvicinata è il modo migliore per essere certi di un alimento sostenibile.

Anche se va specificato come molte aziende produttrici si stiano attrezzando nei loro impianti con fonti energetiche green, il che riduce i costi ambientali della commercializzazione dei loro vegetali bio.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.