Aperitivi & LiquoriBevandeHot Topic

Whisky francese: alla conquista del mercato puntando sul bio

Il whisky francese è una novità alla conquista del mercato grazie a nuovi produttori che puntano sul biologico.

Il buon vino prodotto in Francia è cosa nota, ma da qualche anno anche il whisky francese si sta affacciando sul mercato puntando, principalmente, sul biologico, grazie a nuovi prodotti di ottima qualità capaci di conquistare un numero crescente di appassionati in tutto il mondo.

whisky francese

L’exploit del whisky francese biologico

In molti rimangono stupiti nel venire a conoscenza dell’esistenza del whisky francese, eppure, di produttori di whisky in Francia ce ne sono parecchi e molti di questi hanno scelto una produzione biologica. Sono, infatti, ben 42 le distillerie d’Oltralpe che producono almeno un whisky secondo la Federazione Francese del Whisky. Quella del whisky francese, è tuttavia, una storia relativamente breve, considerando che le prime bottiglie sono apparse all’inizio degli anni ‘80.

LEGGI ANCHE: Whisky vs Whiskey

La Francia, d’altro canto, ha una lunga tradizione di produzione di liquori di ottima qualità come: l’armagnac, il cognac e il b; non stupisce quindi che il whisky francese possa presto conquistarsi la propria nicchia, magari proprio cavalcando l’onda lunga del biologico. Se a ciò si aggiunge che la Francia è anche una delle nazioni europee con la maggiore produzione di cereali, tutto sembra trovare il suo ordine.


La filosofia alla base della produzione di whisky francese potrebbe essere quella della sperimentazione e dell’alta qualità: sarebbe, infatti, insensato pensare di fare concorrenza diretta ad aree produttive storiche come quelle del Regno Unito, dell’Irlanda e degli Stati Uniti. La strategia francese risulta invece mirata alla ricerca di nuovi aromi e all’alta qualità, spesso affidandosi a materie prime derivanti dall’agricoltura biologica. Entro il 2020 si stima che in Francia apriranno circa 12 nuove distillerie pronte a produrre whisky, andando a infoltire le fila di un settore che ha tutte le carte in regola per sbocciare.

blank
Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.