BevandeVini & Spumanti

Vino senza alcol: come si fa il vino dealcolizzato

Il vino senza alcol sta prendendo sempre più piede: conosciuto anche come vino dealcolizzato o dealcolato, capire come si fa può aiutare a farci scegliere meglio al supermercato.

Capire come si fa il vino senza alcol, conosciuto anche come vino dealcolizzato o dealcolato, è utile per approfondire un trend sempre più diffuso negli ultimi anni. Eliminare la componente alcolica da questa bevanda è molto più complicato di quanto si possa immaginare: è la fermentazione stessa, un passaggio fondamentale per trasformare il succo di uva in vino, a garantirne la presenza nel vino.

vino senza alcol

Le tecniche del vino dealcolato

Si definisce tecnicamente «vino senza alcol» un vino il cui tenore alcolico è inferiore a 0,5%. Esistono fondamentalmente due tecniche per produrre vino dealcolizzato: la distillazione e il filtraggio.

Distillazione

Distillare un vino significa, fondamentalmente, far evaporare l’alcol che contiene sfruttando il calore. Si prende insomma la bevanda arrivata relativamente vicino alla sua forma finale, dopo aver già subito la fermentazione, e viene tenuta ad una certa temperatura, non eccessivamente elevata, per un lasso preciso di tempo. Il problema del vino senza alcol, in questo caso, è che il calore favorisce una quantità impressionanti di reazioni all’interno del vino, trasformandolo a volte in maniera irreversibile e non sempre piacevole.

vino dealcolizzato

Filtraggio

Filtrare la bevanda alcolica una volta finita la sua lavorazione è un altro sistema per ottenere un vino dealcolizzato. In questo caso la tecnica prevede che il vino venga filtrato attraverso una membrana finissima, a pressioni molto elevate, in grado di lasciar passare esclusivamente molecole di acqua e alcol. Questo passaggio viene ripetuto diverse volte fino a eliminare una elevata percentuale di alcol, ma a questo punto anche l’acqua scarseggia. In questa fase i produttori possono reidratare il vino senza alcol fino ad ottenere il risultato che preferiscono.

Questo tipo di bevanda apre molte opportunità per chi, per varie ragioni, preferisce il vino non alcolico, ma solleva anche alcune perplessità da parte dei produttori della versione tradizionale.

TOPIC alcolvino
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.