Dolci & PasticceriaFood

I Twinkies, le merendine di culto del cinema americano

I Twinkies, le piccole tortine ripiene alla crema allo zucchero sono un vero e proprio prodotto iconico della cultura pop americana, tanto da essere citati in numerose pellicole cinematografiche.

I Twinkies, prodotti da 80 anni dalla Hostess Brand, hanno trasformato una semplice merenda in un simbolo della gastronomia americana e non solo. Un prodotto così apprezzato negli States che nel 2012 ne vennero venduti 500 milioni di pezzi, e che portò il popolo americano ad appellarsi a Obama tramite una petizione pubblica per «salvare la nostra nazione dalla perdita del suo dolce cuore cremoso» quando l’azienda dichiarò il fallimento. Addirittura, nel periodo nel quale le soffici merendine non erano più in vendita, i Twinkies erano venduti su eBay per 59,99 dollari (quando il prezzo normalmente variava dai 3 ai 4 dollari).


Twinkies Ghostbusters

La storia dei Twinkies

Eppure, l’origine di queste iconiche tortine simili al plumcake fu del tutto casuale. L’ideatore fu un panettiere di Schiller Park, nell’Illinois, James Alexander Dewar, nel 1930. Quando si accorse che diversi macchinari per produrre un dolce di pasta frolla alla crema di fragola erano inutilizzabili dato che i frutti rossi erano fuori stagione, Dewar pensò di realizzare uno snack ripieno di crema alla banana, che chiamò «Twinkie» ricordandosi di un cartellone di un negozio di scarpe a St. Louis Twinkle Toe Shoes. E da lì nacque l’intenzione del panettiere di riempire le torte con una crema allo zucchero, la cui formula è ancora custodita in segreto.

Twinkies

L’ingrediente della crema, infatti, è divenuta nel corso di quasi un secolo una vera e propria leggenda urbana; essa sostiene che i Twinkies non abbiano alcuna data di scadenza a causa delle sostanze chimiche usate nella loro produzione, come vi abbiamo raccontato in un altro articolo. Ma alla fine, questo tipo di plumcake fatto di farina, uova, zucchero e sciroppo di mais ripieno di creme di diversi gusti è ormai entrato nell’immaginario collettivo americano. E il cinema, in diverse occasioni, non ha mancato di dare omaggio a queste piccole, ambite snack cakes.

Twinkies Zombieland

I Twinkies nel cinema

Una delle prime pellicole dove i Twinkies compaiono sul grande schermo è nientemeno che Ghostbusters (1984), quando uno degli acchiappafantasmi utilizza uno di essi per spiegare il fenomeno paranormale che sta per abbattersi su New York. Sempre di fenomeni eclatanti, l’epidemia misteriosa che trascina il mondo nel caos in Benvenuti a Zombieland (2009) porterà i protagonisti sopravvissuti alla ricerca dell’ultimo Twinkie rimasto sulla Terra. E sempre a proposito di sopravvivenza, anche nel pianeta abbandonato di Wall-E (2009), il Twinkie ha una piccola comparsa: è infatti il giaciglio dell’insetto amico del simpatico «robottino» protagonista. Non mancano poi altri easter egg, ovvero «incursioni» del dolce snack in altri film altrettanto noti come nel Gigante di Ferro (1999), nel supermercato in Die Hard – Trappola di cristallo (1989). Insomma, prima di essere una soffice tortina alla crema di zucchero, una vera leggenda.

blank
Studente di Giornalismo, la mia passione è tutto ciò che riguarda il mondo dell'intrattenimento: cinema, fumetti, serie tv, videogiochi. Alla ricerca di cose nuove e stimolanti che possano essere condivise con chi nutre le mie stesse passioni.