AmbienteAttualitàLifestyle

Supermarket sostenibile il nuovo stile di vita promosso a Leeds

A Leeds è stato aperto il primo supermarket sostenibile della catena Asda. L’obiettivo è eliminare la plastica e potrebbe trattarsi di una rivoluzione.

In ottobre, a Middleton, appena fuori Leeds, è stato inaugurato il primo supermarket sostenibile della città. È stato aperto da Asda e potrebbe diventare un punto di riferimento per i consumatori. Il progetto è quello di limitare l’utilizzo della plastica e di incoraggiare al riciclo. Le reazioni sembrano favorevoli, e ora la compagnia guarda al futuro.

Supermarket sostenibile

LEGGI ANCHE: Stop alla plastica monouso: ecco le alternative più green

Il supermarket sostenibile:

Il supermarket sostenibile di Asda è concepito per limitare l’uso della plastica usa e getta. I consumatori sono invitati a portare con sé dei contenitori riutilizzabili che, poi, potranno riempire. Nel supermarket sostenibile, infatti, sono presenti 15 distributori automatici per il refill di prodotti come shampoo, caffè, cereali o alimenti base. All’interno dello store, poi, frutta e verdura vengono venduti sfusi. Sono stati inseriti anche dei distributori inversi, in cui introdurre la plastica da smaltire. I clienti, grazie a questi, possono riciclare materiale che, in genere, crea problemi come i tubetti del dentifricio o le confezioni di patatine e biscotti.


Il progetto:

L’amministratore delegato di Asda, Roger Burnley, ha affermato che il supermarket sostenibile è una tappa importante. Secondo lui grandi marchi che hanno deciso di partecipare al progetto sono fondamentali. Tra questi rientrano Kellogg’s, Lavazza e Radox. L’azienda ha poi lanciato la campagna Greener at Asda Price per garantire che i prodotti sfusi non avranno prezzi più alti di quelli tradizionali. Il supermarket sostenibile è stato anche calibrato in funzione della pandemia. I distributori automatici sono infatti rivestiti di materiale anti batterico e saranno igienizzati dopo ogni utilizzo. Al momento poi nel market ci sono specifici contenitori per la raccolta di vestiti usati. L’obiettivo è di coniugare la sostenibilità con l’aspetto sociale.

Reazioni e futuro:

Il supermarket sostenibile è stato accolto con entusiasmo sia dalla comunità sia dagli attivisti ambientalisti. Molti consumatori sperano che l’esperimento abbia successo e che possa, quindi, essere replicato in altre città. Nina Schrank di Greenpeace, ha affermato che il grande merito di Asda è quello di aver trasformato una modalità di shopping di nicchia e in una tendenza mainstream. Asda nei prossimi mesi vuole comprendere i bisogni dei clienti. Ogni elemento del supermarket sostenibile verrà valutato in base al feedback e verranno mese a punto conseguenti strategie. Nel 2021 nasceranno altri store più mirati.

Il supermarket sostenibile di Leeds non è il primo, ma rappresenta comunque un punto di svolta. Asda è la terza catena di supermercati del Regno Unito e il suo progetto trasmette un messaggio importante. Fare la spesa è un’azione essenziale e farlo nel modo giusto può fare la differenza. Se le grandi catene di supermercati e i consumatori si schierano dalla stessa parte, il pianeta può davvero trarne vantaggio.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.