FoodGastronomia

Ricetta per un clafoutis salato con asparagi bio

La ricetta per il clafoutis salato con asparagi bio è un'idea perfetta per celebrare l'arrivo del primo caldo, scegliendo l'ortaggio fresco e biologico.

La ricetta per un clafoutis salato con asparagi bio è un modo elegante ed originale di riciclare gli avanzi e portare in tavola la primavera. In origine il clafoutis (o clafouti) nasce in versione dolce come dessert cotto al forno composto da ciliegie nere annegate in una pastella simile a quella delle crêpes. Il termine deriva dal verbo francese «clafir» che significa riempire, sottinteso «di ciliegie».

Esistono, comunque, svariate interpretazioni sia con frutta mista come pere, mele, albicocche, pesche e prugne, che con l’aggiunta di frutta secca. Oggi vi propongo questa ricetta in veste salata dove il formaggio grattugiato prende il posto dello zucchero e gli asparagi sostituiscono la frutta. Sbizzarritevi ad aromatizzarlo con le novelle erbette aromatiche, io ho scelto il timo limone per regalare alla preparazione una nota fresca e speziata.

Ingredienti per pirofila 29x15x5cm o 2 porzioni

  • 250 g di asparagi freschi bio
  • 110 g di farina di tipo 2 macinata a pietra
  • 130 g di acqua naturale
  • 40 g di Parmigiano grattugiato
  • 1 uovo bio
  • 2 cucchiaini di olio e.v.o.
  • 3 rametti di timo limone fresco
  • Pepe macinato al momento

Procedimento

Eliminare la parte finale del gambo degli asparagi. Lavare il resto accuratamente sotto l’acqua corrente e tamponare con carta da cucina per eliminare il liquido in eccesso. Adagiare in un unico strato sul fondo della pirofila unta con 1 cucchiaino di olio.

In una ciotola raccogliere la farina, le foglioline ricavate dal timo limone e il Parmigiano grattugiato.

Aggiungere l’uovo, il pepe e il cucchiaino di olio avanzato.

Mescolare con una frusta fino ad ottenere una pastella omogenea.

Versare sugli asparagi e livellare la superficie.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 200°C per circa 40-45 minuti.

Ottimo da preparare in anticipo e conservare in frigorifero. Si conserva fino a 4 giorni e può essere anche congelato.

Ideale come pasto take away o, cotto in piccole cocotte monoporzione, come antipasto da servire ai propri ospiti.

Bellissimi da presentare ad un buffet di primavera magari dentro ad un cestino o come centro tavola.

Grazie al ridotto uso di grassi, può essere inserito in una dieta sana e bilanciata.

blank
Autrice del blog di cucina "I biscotti della zia". Assaggiatrice del mondo, curiosa e vorace di sapore nuovi. La cucina è stata la mia salvezza ed oggi è diventata la mia vera passione.